Tornano le Giornate FAI di Primavera, sabato 26 e domenica 27 marzo Aperture a Villa Castelli e a Brindisi,
domenica 20 marzo 2022
Tornano le Giornate FAI di Primavera
sabato 26 e domenica 27 marzo
700 aperture in 400 città,
con i volontari di 350 Delegazioni e Gruppi FAI

Coraggio, orgoglio e generosità

Le Giornate FAI quest’anno compiono “trenta primavere”: dal 1993 a oggi, 14.090 luoghi di storia, arte e natura aperti in tutta Italia, visitati da oltre 11.600.000 di cittadini, grazie a 145.500 volontari e 330.000 studenti “Apprendisti Ciceroni”. Un traguardo esaltante, che tuttavia non potrà essere solo una festa. Nel pieno di una guerra che segna tragicamente la storia europea, non è il momento di festeggiare, né di invitare gli italiani a distrarsi nel puro godimento delle meraviglie del nostro Paese, ma piuttosto a concentrarsi sul significato e sul ruolo del patrimonio culturale che riflette la nostra identità, testimonia la nostra storia e rinsalda i valori del vivere civile.

Grazie di cuore alle 131 Delegazioni, 109 Gruppi FAI, 98 Gruppi FAI Giovani e 7 Gruppi FAI Ponte tra culture, e a tutti i volontari attivi in Italia, i prossimi 26 e 27 marzo sarà possibile visitare oltre 700 luoghi eccezionalmente aperti dai volontari del FAI sarà l’occasione per conoscere la nostra storia e riflettere su quanto può insegnarci per affrontare il presente e il futuro, perché ciò che siamo e che abbiamo non sia dato per scontato, ma sia compreso e apprezzato come esito di lunghi e talvolta drammatici trascorsi che ci accomunano come italiani, europei, e con l’umanità tutta.

Si consiglia la prenotazione sul sito faiprenotazioni.fondoambiente.it fino a esaurimento posti disponibili.

Aperture a Villa Castelli e a Brindisi, a cura della Delegazione FAI Brindisi:

Villa Castelli - Centrale idroelettrica Battaglia dell'Acquedotto Pugliese
L'apertura nelle Giornate FAI di Primavera permetterà la visita agli ambienti interni dell'impianto di risalita e la possibilità di esplorare la sala macchine restaurata con le sue turbine. La conservazione dei macchinari originari è un esempio eccezionale di archeologia industriale in territorio brindisino e, contemporaneamente, testimonianza unica dell'attività dell'AQP all'inizio del XX secolo. Durante la visita sarà possibile comprendere a pieno l'evoluzione della particolare struttura e della sua funzionalità nel corso del tempo, sottolineare l'importanza dei recenti adeguamenti e l'attenzione posta dall'AQP all'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Si consiglia di indossare scarpe comode.
Ingresso da via Parpullo Mannara
Apertura in collaborazione con Acquedotto Pugliese.
Orari apertura: dalle 10.00 alle 13.00 / dalle 15.00 alle 18.00 con turni di visita ogni ora.
Ingresso con prenotazione consigliata con contributo volontario a partire da 3,00 €


Brindisi - Castello Svevo
Durante le Giornate FAI sarà possibile scoprire la storia del Castello grazie ad un percorso guidato che permetterà l'accesso straordinario ad alcuni dei locali più interessanti della struttura, come ad esempio la Sala Storica del San Marco, nella quale sarà possibile ripercorrere le pagine di storia scritte in oltre cento anni di attività dai valorosi Fucilieri di Marina italiani, con preziosi cimeli testimoni dell'importanza di Brindisi e del ruolo della Città per la marineria Italiana. Nel corso della visita sarà possibile apprezzare il dipinto di una Madonna Odegitria, custodito all'interno della Chiesa del Castello.
Indirizzo da Via dei Mille, 4
Orari apertura: dalle 10.00 alle 13.00 / dalle 15.00 alle 18.00 con turni di visita ogni ora.