Convegno sulla “sclerodermia dalla diagnosi alla riabilitazione”
mercoledì 16 giugno 2010

Convegno  sulla “sclerodermia dalla diagnosi alla riabilitazione”,   25-26 giugno 2010 - Cellino San Marco, Centro Congressi Cantina Due Palme - Centro Feel Good


Si terra’ a Cellino San Marco, presso il centro congressi della Cantine Due Palme e nel Centro Feel Good nei giorni 25-26 giugno 2010 il Convegno “SCLERODERMIA dalla diagnosi alla riabilitazione”, organizzato dalla Dott.ssa Oriana Elena Casilli, Dirigente Medico dell’Unità Operativa di Fisiatria e dell’Ambulatorio e  D.H. di Reumatologia P.O. “N. Melli” di San Pietro Vernotico.

Lo stimolo all’organizzazione di un congresso sulle malattie reumatiche nasce dalla constatazione che le malattie reumatiche costituiscono ancor oggi una problematica di  rilievo a causa della elevata incidenza sulla popolazione  e  della  conseguente compromissione della autonomia del paziente con importanti ripercussioni anche socio economiche .

Nell’ambito delle malattie reumatiche si è voluto dare spazio alla specifica patologia della Sclerodermia, altamente invalidante a causa della compromissione sistemica il cui trattamento richiede l’intervento e la collaborazione plurispecialistica.

Vengono così affrontate le problematiche diagnostiche,  anche  in termini di diagnosi precoce (red flags),  e  l’aspetto terapeutico dal punto di vista farmacologico e riabilitativo, ponendo attenzione sull’uso dei farmaci utili a contrastare o rallentare l’evoluzione della patologia e le sue complicanze, sia a livello polmonare che cutaneo (ulcere digitali), quali i calcioantagonisti,  i prostanoidi ,  gli anti endotelina, gli inibitori della 5PDE  e le loro possibili associazioni. 

Una intera sessione  è dedicata alla riabilitazione che si ritiene costituisca un vero e proprio percorso terapeutico parallelo alla diagnosi e alla terapia, in grado di  ritardare e/o prevenire la compromissione della funzionalità articolare e masticatoria, a causa dell’ elettivo coinvolgimento  del complesso cranio-cervico-mandibolare .

Infine, non si è voluto trascurare l’aspetto psicologico per le importanti ripercussioni  psico-sociali. 

Al convegno interverranno  autorità scientifiche quali il  Prof. Giovanni  Lapadula, il Prof. Florenzo Iannone, i Dott.ri Michele Covelli e Vito Grattagliano della Cattedra di Reumatologia dell’Università di Bari, nonché  la Prof.ssa Susanna Maddali Bongi e  la sua èquipe fisioterapica dell’Università di Firenze , il Prof. Piero Fiore della cattedra di Medicina Fisica e Riabilitazione  dell’Università di Foggia , oltre a specialisti della  ASL Brindisi 



COMUNICATO STAMPA  a cura della Struttura di Informazione e Comunicazione Istituzionale della ASL BR