Disavventura Aeroporto di Brindisi
mercoledì 5 dicembre 2007
Brindisi, 4 dicembre 2007. Con la presente vi racconto la mia disavventura all’Aereoporto di Brindisi il 3 dicembre alle ore 8.30:

Sono un’assistente sociale di 30 anni di Lecce, in servizio presso la Ausl di Reggio Emilia, dovevo prendere il volo Brindisi - Milano Orio Al Serio ma presentatami al varco suona l’allarme del metal detector. Si avvicinava una donna addetta alla sicurezza in divisa (non riuscivo capire se fosse della polizia o della vigilanza privata) che mi controllava la valigia e mi perquisiva ( cosa normale negli aeroporti) non riscontrando nessuna anomalia.

Gli facevo notare che erano le fibbie e le cerniere degli stivali in quanto e’ successo il 30 u.s. all’aeroporto di Milano Linate, e l’addetto alla sicurezza di Milano mi faceva allungare la gamba con lo stivale all’interno del metal detector constatando che era lo stivale e mi faceva attraversare normalmente.

Mentre a Brindisi e’ successo che la poliziotta mi ha fatto togliere gli stivali facendomi attraversare il metal detector a piedi scalzi per poi ritornare indietro a prendere gli stivali davanti a tutte le persone che erano in atteva deridendomi. Sottolineo che anche la poliziotta e i suoi colleghi mi hanno deriso e hanno fatto qualche battuta spiritosa nei miei confronti.

Mi sono sentita umiliata di tutto questo, per carita’ non metto in discussione i metodi e i sistemi di sicurezza, ma me la prendo con il personale addetto che si e’ mostrato scortese e non professionale nei miei confronti. al mio arrivo a Reggio Emilia mi sono consultata telefonicamente con un mio amico avvocato e nei prossimi giorni sporgero’ formale denuncia - querela

da Lecce 5 dicembre 2007