Le opportunità di sviluppo nella relazioni con l’area balcanica: il CETMA ospita una delegazione di rappresentanti serbi, croati e bosniaci.
martedì 26 febbraio 2008

Nell’ambito del progetto TISAF, promosso da Tecnopolis (Bari) insieme ad alcune importanti realtà della Regione Marche quali Cosmob e Meccano, si terrà oggi presso il CETMA la visita di una delegazione proveniente dall’area balcanica.


Favorire lo sviluppo di partnership nel settore dell’innovazione e del trasferimento tecnologico è lo scopo dell’iniziativa che vedrà protagonisti i rappresentanti della Camera di Commercio di UZICE in Serbia, del Centro per l’Innovazione  Brod Bosavina County in Croazia, del Ngo solidarity for the south della Bosnia Ergezovina. 


Il progetto nato per sostenere la crescita competitiva dei sistemi industriali locali, mira a migliorare l’integrazione e la cooperazione tra le imprese manifatturiere dell’area adriatica;


E’  proprio in tale logica che il CETMA  sostiene politiche tese a creare le condizioni per un dialogo che non si esprima nel mero scambio di beni o prodotti ma che punti a trasferire conoscenze e competenze per lo sviluppo di entrambi gli attori coinvolti. Per questo la creazione di relazioni con le istituzioni e le imprese dell’area balcanica rappresenta una sicura opportunità per forme di collaborazione nel campo della ricerca e del trasferimento  tecnologico.


Il confronto e l’ascolto dei bisogni di questi importanti interlocutori è il primo passo verso logiche pro-attive di collaborazione mirate a definire risposte operative concrete e a creare le condizioni per partnership durature e di successo nel campo della ricerca, dell’innovazione, della formazione.


In questa direzione la visita non solo ai laboratori tecnologici del Cetma, ma, anche al complesso della Cittadella della Ricerca, vuole testimoniare una offerta ampia di servizi e di competenze intende mostrare la disponibilità a creare occasioni concrete di collaborazione con queste importanti realtà del bacino balcanico.