La 28^ edizione della BIT si chiude con un bilancio estremamente positivo per il territorio brindisino
domenica 24 febbraio 2008

La “Terra di Brindisi” ha ottenuto un successo superiore ad ogni più rosea aspettativa in termini di partecipazione ed anche di contenuti emersi nel corso delle conferenze stampa organizzate all’interno dell’area espositiva.

La 28^ edizione della Borsa Internazionale del Turismo di Milano, quindi, si chiude con un bilancio estremamente positivo per il territorio brindisino che, mai come quest’anno, è riuscito a “fare sistema”, proponendo una offerta turistica integrata grazie alla partecipazione unitaria della Provincia, della Camera di Commercio, dell’Azienda di Promozione Turistica, dell’Autorità Portuale, del Consorzio di Torre Guaceto e dei Comuni di Brindisi, Ceglie Messapica, Cellino San Marco, Fasano, Francavilla Fontana, Latiano, Oria, Ostuni, San Michele Salentino, San Pietro Vernotico, San Vito dei Normanni, Torchiarolo e di Torre Santa Susanna.


“E’ l’immagine di una provincia dinamica – ha affermato l’assessore provinciale Giorgio Cofano – che oggi finalmente è consapevole delle proprie potenzialità e che conta di proporre sul mercato turistico il suo splendido mare, così come i centri storici, i centri collinari, le oasi naturalistiche, le zone archeologiche, i percorsi enogastronomici di qualità, i suoi splendidi uliveti ed una capacità ricettiva che migliora di anno in anno”.


“Rispetto al passato – ha sostenuto il Commissario dell’APT Francesco Nacci – la nostra provincia è in grado di offrire un prodotto turistico che incontra il consenso dei mercati nazionale ed internazionale. Certo, abbiamo ancora tanto da lavorare ma finalmente siamo sulla strada buona grazie anche alla perfetta sinergia tra enti locali ed operatori turistici”.


“Le aziende che operano nel settore del turismo – ha detto il Presidente della Camera di Commercio Giovanni Brigante – hanno compreso che con l’improvvisazione e con l’individualismo non si compiono significativi passi in avanti e quindi adesso il nostro sforzo di mettere insieme tutte le migliori energie disponibili trova terreno fertile. L’esperienza maturata quest’anno alla BIT rappresenta la migliore conferma del fatto che siamo finalmente sulla strada buona”.


“In questo sforzo di rilancio del turismo brindisino – ha sostenuto il Sindaco di Brindisi Domenico Mennitti – la città capoluogo intende svolgere sino in fondo un ruolo di primo piano. Vogliamo risultare ancora più competitivi nel turismo culturale grazie alla valorizzazione delle aree archeologiche cittadine, in quello naturalistico con Torre Guaceto e con le altre oasi protette, nella fruizione del centro storico, nel turismo della nautica da diporto ed in quello più specificatamente balneare. Siamo certi che su questa strada troveremo il consenso unanime anche da parte degli operatori di settore”.


Nel corso dei quattro giorni della Borsa turistica milanese, in ogni caso, sono stati approfonditi alcuni temi alla presenza della stampa locale e di quella nazionale di settore. E’ accaduto, ad esempio, per la presentazione del navigatore satellitare predisposto dall’Istituto Geografico De Agostini proprio per il territorio della provincia di Brindisi (“I tesori della terra di Brindisi”). Un evento a cui hanno preso parte, tra gli altri, gli assessori regionali al Turismo Massimo Ostillio ed all’Agricoltura Enzo Russo, oltre all’amministratore unico della società “Aeroporti di Puglia” Domenico Di Paola ed al presidente del Parco del Gargano Giandiego Gaita.


Grazie al lavoro di catalogazione  delle informazioni territoriali di “Terra di Brindisi” è stato adeguato il software “Easymap” per permettere al turista una consultazione approfondita degli oltre seimila punti di interesse, tutti geo-codificati e relativi ai comuni analizzati all’interno di una superficie territoriale di circa 3.500 chilometri quadrati.


Un prodotto che, come sottolineato dalle autorità presenti, potrà realmente contribuire a far crescere il territorio della provincia di Brindisi dal punto di vista turistico.


Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale di San Michele Salentino, invece, si è svolto un incontro sul tema “Ficus-net: la rete mediterranea delle città del fico” che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del promotore del progetto Vittorio Cintolesi, del presidente della Camera di Commercio di Brindisi Giovanni Brigante, del sindaco di San Michele Alessandro Torroni, del promotore di un disegno di legge per la tutela degli alberi di fico Pierangelo Argentieri, del sindaco di Carmignano Doriano Cirri e dei rappresentanti della Provincia e della Camera di Commercio di Prato.


Tra i due comuni è stato sottoscritto un protocollo di intesa che vede coinvolti tutti i principali enti dei rispettivi territori e che risulta finalizzato prevalentemente alla nascita di una rete mediterranea delle città del fico. Un frutto che da millenni è alla base dell’alimentazione, sia fresco che secco. In quest’ultima forma si riusciva ad allungare il periodo di consumo a tutto l’inverno ed alla primavera successiva.


L’intesa servirà a studiare le migliori condizioni per giungere alla produzione ed al confezionamento dei fichi secchi in due realtà significative come San Michele e Carmignano.


Su iniziativa del Comune di Brindisi e della società Area Progetti, poi, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della sesta edizione del “Salone Nautico del Salento e del turismo sostenibile” che si svolgerà nel porto turistico della città adriatica dal 30 aprile al 4 maggio 2008.


Vi hanno partecipato il Sindaco di Brindisi Domenico Mennitti, il Presidente della Camera di Commercio di Brindisi Giovanni Brigante, il Presidente del Salone Nautico Giuseppe Meo, l’Assessore provinciale alle Attività Produttive Donato De Carolis, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Brindisi Raffaele De Maria e il Commissario dell’Azienda di Promozione Turistica Francesco Nacci.


Durante l’evento, a cui hanno partecipato i rappresentanti di numerose testate giornalistiche nazionali di settore, è stato illustrato il programma della prossima edizione attraverso cui ci si è posti l’obiettivo di posizionare il Salone nautico brindisino tra le principali manifestazioni di settore a livello internazionale. Il tutto, grazie all’adesione dei più importanti cantieri navali italiani. Particolare risalto è stato dato anche alla possibilità di far nascere un Distretto della nautica da diporto attraverso cui mettere in rete le migliori energie del settore esistenti in Puglia.


L’offerta turistica del territorio di Fasano è stata illustrata, invece, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato l’Assessore comunale al Turismo Alfredo Manfredi e l’Assessore comunale alle Attività Produttive Giuseppe Anglani. Una offerta che parte dagli oltre duemila posti-letto disponibili e dalla presenza di strutture alberghiere di qualità. Nel corso dell’incontro sono stati illustrati anche i contenuti del progetto “Fovea” (Fruizione orientata, viaggi e archeologia – percorso archeologico-culturale-multimediale in terra di Brindisi-Fasano).


Nell’area espositiva della provincia di Brindisi si sono svolti anche la presentazione di un video sull’offerta turistica del Comune di Torre Santa Susanna (presentato dal vice Sindaco Tiberio Saccomanno) ed una degustazione dei piatti tipici dei territori di Oria e di Brindisi. All’interno del padiglione della Puglia, inoltre, si è esibito il gruppo folk “La Stella” di Ostuni.


Presenti alla BIT anche i Sindaci di Ostuni Domenico Tanzarella e di Francavilla Fontana Giuseppe Marinotti che hanno intrattenuto i rappresentanti degli organi di stampa sull’offerta turistica delle rispettive città.

Particolare successo ha ottenuto anche il gruppo folkloristico “La Stella” di Ostuni che si è esibito nei padiglioni della BIT negli ultimi due giorni della rassegna.


Milano, 24 febbraio 2008