Lavoratori della Brindisi Multiservizi -Settore Verde rispondono all’ assessore Mevoli
venerdì 11 settembre 2009

Siamo un gruppo di lavoratori della  Brindisi Multiservizi impegnato nel settore del Verde. Vorremmo dire qualcosa sulle esternazioni  dell’Assessore Cesare Mevoli,soprattutto quando si riferisce agli ex-detenuti.

Secondo l’Assessore gli ex-detenuti non svolgono pienamente la loro attività lavorativa. L’Assessore ha intanto tutti gli strumenti per poter controllare che le attività lavorative della Innovambiente e della Multiservizi siano svolte nel miglior modo possibile.


L’Assessore Mevoli deve controllare come sono spesi i soldi dei cittadini e quando rileva delle anomalie le deve segnalare e  penalizzare con le multe previste dal capitolato d’appalto. Suonano quindi come una grave offesa le sue parole per chi in passato ha avuto problemi con la giustizia ed oggi lavora onestamente. L’Assessore Mevoli se non è confortato da fatti specifici nelle sue esternazioni farebbe meglio a dimettersi  e a stare zitto.


Con le sue affermazioni si vanificano inoltre  gli sforzi che la  stessa Amministrazione Comunale sta facendo insieme all’attuale  direzione della Multiservizi, rivolta a costruire una società pubblica dove i soldi siano spesi correttamente.


Come lavoratori della  Brindisi Multiservizi, ex-detenuti e non,  riteniamo di fare il nostro dovere. Non abbiamo nessuna colpa se dopo aver tagliato l’erba, potato i rami, aver imbustato il tutto i tempi di trasporto alla discarica di competenza della Innovambiente  siano a volte estremamente lunghi.


Caro Assessore forse con le sue parole tentava di difendere gli ex- detenuti, ma sinceramente non c’è riuscito.

Per il gruppo di lavoratori della  Brindisi Multiservizi -Settore  Verde
Sandro Trane