Generazione Protagonista celebra le Foibe
lunedì 11 febbraio 2008

Brindisi, 11 febbario 2008.  Il Coordinamento dei circoli di Azione Giovani Brindisi, aderenti a Generazione Protagonista ha celebrato ieri il quarto “Giorno del ricordo” dei martiri delle foibe e dei 350.000 esuli istriani, giuliani e dalmati, istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004.


Una storica vittoria per il nostro mondo, che per anni si è battuto perché l’Italia tributasse il giusto riconoscimento ai martiri del nostro confine orientale, in un paziente e lungo lavoro di ricostruzione della memoria storica del nostro popolo dopo sessant’anni dalla fine della seconda guerra mondiale.


La legge ci ha messo di fronte ad una grande responsabilità: rendere questa ricorrenza una vera festa nazionale, sentita da ogni Italiano, capace di arrivare al cuore di ogni nostro connazionale.


A prescindere dalla giornata di ieri, nostra intenzione è operare tutto l’anno per la difesa delle tradizioni Italiane e di conservazione del patrimonio storico, spirituale e culturale della Venezia Giulia, del Carnaro, della Slavonia e della Dalmazia, sostenere i diritti fondamentali della libertà dei cittadini di lingua e cultura Italiani rimasti in quei territori e mantenere vivo il ricordo della tragedia del confine orientale Italiano nel culto della memoria, nella difesa dei valori civili e culturali di cui sono depositari, nel ricordo del sacrificio collettivo dell’esodo.


Il Coordinamento dei circoli di AG Generazione Protagonista ha simbolicamente lanciato un mazzo di fiori per ricordare in particolare quei martiri gettati in mare dai titini.
 
Marco Spagnolo