Vaccinazioni viaggi
sabato 4 luglio 2009

Il Centro di Medicina dei Viaggi dell’ASL BR eroga servizi di vaccinazione e profilassi per coloro che partono per destinazioni esotiche per le vacanze. Pertanto tutti quei cittadini che intendono intraprendere un viaggio in piena sicurezza, soprattutto se diretti in aree tropicali o subtropicali del pianeta o in aree con situazioni igienico-sanitarie precarie possono rivolgersi a questo Centro.

L’attività del Centro Medicina dei Viaggi dell’ASL BR consiste nell’erogare servizi di informazione e consulenza per i viaggiatori con indicazione delle precauzioni da adottare in base ai rischi specifici delle mete da raggiungere ed eseguire le opportune vaccinazioni (anti-epatite A, anti-epatite B, anti-tetanica, anti-febbre tifoide, anti-meninngococcica, anti-colerica, ecc.) e profilassi farmacologiche (anti-malarica).

Il Centro è stato autorizzato dal Dipartimento della Prevenzione del Ministero della Salute ad effettuare la vaccinazione contro la Febbre Gialla (anti-amarillica) ed a rilasciare il relativo certificato ad uso internazionale.


Il Centro di Medicina dei Viaggi è organizzato nell’ambito del Servizio Igiene e Sanità Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL BR, diretto dal dott. Vito Martucci. Responsabile di questo servizio è il dott. Stefano Termite, dirigente medico presso l’U.O.T. di Fasano del Dipartimento. Si articola in tre sedi: Brindisi alla p.zza Di Summa 1 (c/o Dipartimento di Prevenzione -  tel.: 0831/510404), Fasano alla via San Francesco s.n. (c/o Ambulatorio Vaccinazioni - tel. 080/4390314) e Mesagne alla via Panareo (c/o Ambulatorio Vaccinazioni - tel. 0831/739438).


Il servizio è fruibile gratuitamente per coloro che si recano all’estero per scopi umanitari mentre prevede la partecipazione alle spese per gli altri viaggiatori. Per un’adeguata efficacia, le vaccinazioni devono essere eseguite almeno 20 o 30 giorni prima della partenza, tranne qualche eccezione che prevede almeno due dosi di vaccino a distanza di qualche mese l’una dall’altra pertanto è importante contattare il Centro per tempo (due/tre mesi prima).


Oggi in tutto il mondo milioni di persone si spostano da un paese all’altro per ragioni diverse. Il viaggiatore italiano si sposta per vacanze nel 29% dei casi, per lavoro nel 26%, per altri motivi nel 45% (volontariato, studio, migrazione). La classe d’età con la maggiore propensione al viaggio è quella compresa fra i 25 e i 34 anni con la prevalenza del sesso maschile anche se il trend degli ultimi anni mostra come sempre crescente il segmento della terza età.

Anche gli abitanti della nostra Provincia e di  territori vicini negli ultimi anni stanno viaggiando di più verso diverse destinazioni nel mondo. Un’insufficiente informazione sulle norme da osservare prima, durante e dopo il viaggio ha, come conseguenza, che circa un turista su quattro torna a casa con problemi di salute: dalla comune “diarrea del viaggiatore” (20-50%) a patologie con conseguenze ben più gravi quali epatite A (1/100), epatite B (1/1000), malaria (1000 casi/anno), AIDS, ecc.


Brindisi, 4/07/2009