“Sono indignato, prima come padre e poi come cittadino”.
giovedì 21 maggio 2009

“Sono indignato, prima come padre e poi come cittadino”. Questo il laconico ed inequivocabile commento e sfogo di Giuseppe Sorge, candidato al Consiglio comunale per “La Destra”, nel vedere totalmente abbandonata una piazza-parco ubicata di fronte all’ingresso dell’ex Ospedale “Di Summa”.


“Purtroppo – dice ancora Sorge – questa piazza, unica in questa zona oltre al Cesare Braico, è lasciata al degrado, sia strutturale che igienico-sanitario. Sporcizia, erbacce, rifiuti di ogni tipo fanno da strana cornice ai viottoli e alla fontana centrale. E poi, qui vi doveva essere un parco. Ma dove sono i giochi per i bambini. Non so davvero dove portare per alcune ore di svago i miei due figli di 3 e 4 anni. Eppure, sono stati utilizzati soldi pubblici”.


E ciò è anche il pensiero di una moltitudine di cittadini che frequentano abitualmente questa zona e di alcuni studenti dell’Istituto tecnico Ferraris che si trova a pochi passi dalla piazza. Il loro grido è unanime. Non basta solo pulire ogni tanto la piazza. E’ opportuno anche darle vita. “Proprio per questo – conclude Sorge - sabato 30 maggio, alcuni residenti dei Cappuccini e il partito de La Destra organizzano lì, nella piazza, uno spettacolo musicale con sfilata di moda”.


Brindisi 20 maggio 2009



GIUSEPPE SORGE -- Candidato al Comune per “La Destra”