L’ASL di Brindisi ha indetto una procedura aperta per la fornitura “chiavi in mano” di un’apparecchiatura PET-TAC
lunedì 9 marzo 2009

L’ASL di Brindisi ha indetto una procedura aperta per la fornitura “chiavi in mano”, in locazione finanziaria/operativa quinquennale, di un’apparecchiatura PET-TAC, comprensiva di assistenza full-risk e dei lavori di adeguamento edili e impiantistici, per le esigenze dell’unità Operativa complessa di Medicina Nucleare dell’ospedale “A. Perrino”.

Pertanto è stato predisposto un bando di gara che a breve sarà pubblicato sul sito Internet dell’Azienda all’indirizzo www.asl.brindisi.it.


L’importo complessivo presunto di gara è stato quantificato in 4.500.000,00 di cui 3.575.444,81 euro per opere, impianti, apparecchiature, oneri di sicurezza e spese di progettazione esecutiva; 524.555,19 euro per costi di manutenzione full-risk e 400.000 euro per oneri finanziari.


Nel caso specifico sussistono i presupposti per il ricorso all’appalto integrato, consistente nella progettazione esecutiva e nell’esecuzione dee lavori affidata soggetti estranei alla Pubblica Amministrazione, in quanto la quota dei lavori presenta una componente tecnologica ed impiantistica che incide per più del 60% sull’importo totale dei lavori. Inoltre si deve tener conto che tra gli interventi da realizzarsi, anche al fine di adeguare a norma i locali dell’Unità di Medicina Nucleare, è richiesta una specifica competenza in materia.


 


Brindisi, 09/03/2009