Comune di Brindisi, le opposizioni: "Ancora una volta la pista ciclabile di v.le A. Moro è diventata il rifugio demagogico dell’assessore Quarta.
martedì 25 giugno 2024

-immagine di repertorio- 

BRINDISI - PISTA CICLABILE VIALE ALDO MORO - 

Ancora una volta la pista ciclabile di viale Aldo Moro è diventata il rifugio demagogico dell’assessore Gianluca Quarta.

L’aspetto grave e al contempo ridicolo è che nella vesti di amministratore pubblico, cosa che dovrebbe implicare serietà e correttezza in ogni circostanza, cerca di utilizzare come una clava un decreto direttoriale del ministero della sicurezza energetica solo per tentare un colpo di mano in questa fase politico-amministrativa in cui il suo ruolo di assessore è fortemente in discussione. Tutto, però, gli si ritorce contro come un boomerang, tanto che neanche i suoi uffici gli hanno creduto e i lavori di ultimazione della pista ciclabile stanno continuando di gran lena.

Il decreto destinato a tutti i comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti beneficiari del programma Primus come Brindisi, consente all’occorrenza di modificare, mediante precisi presupposti, il progetto derogando ad una precedente disposizione ma non stanzia risorse. Insomma il ministero guidato, neanche a dirlo, da Forza Italia scarica sui comuni gli eventuali costi di revisione progettuale delle piste ciclabili, ma questo Gianluca Quarta non lo dice, perché indubbiamente non ha alcun interesse ad evidenziarlo. D’altronde è lampante come il successivo comunicato del sindaco Marchionna tenti di correre ai ripari cercando di contenere le eccessive esaltazioni di Gianluca Quarta che evidentemente non avrà ben colto la ratio del decreto.

A questo punto sarebbe auspicabile che l’assessore Quarta chiedesse spiegazioni direttamente al Ministro Pichetto Fratin di Forza Italia che, tra la legge sull’autonomia differenziata che penalizza il sud e la legge sul premierato che contrae la democrazia, potrebbe chiarire tutti gli aspetti, soprattutto quelli inerenti la grave mancanza nel decreto di una previsione di fondi per la revisione dei percorsi ciclabili.
In un certo senso possiamo anche immaginare la disperazione dell’assessore Gianluca Quarta che, da più suffragato alle ultime amministrative, tra poche ore rischia di ritrovarsi a spasso.

A nostro avviso, però, le Istituzioni vanno sempre preservate e i cittadini non devono mai essere presi in giro, poiché la gestione della cosa pubblica, fortunatamente, non dipende dal destino politico dell’assessore Gianluca Quarta.

 

I consiglieri comunali Francesco Cannalire, Lino Luperti, Alessandro Antonino, Denise Aggiano, Michelangelo Greco e Alessio Carbonella.

 

 

 

giovedì 25 luglio 2024
San Raffaele, Amati: “Asl chiede rispetto dei tetti e la Fondazione replica che gli extra-tetti li ha autorizzati il Tar. Vuol dire che i ricoveri in più li pagherà il Presidente del Tar?”Dichiarazione del ...
giovedì 25 luglio 2024
Durante un volo Ryanair da Londra a Brindisi, un bambino di 9 anni si è ustionato gravemente rovesciandosi del tè bollente addosso, causando un'emergenza a bordo. L'aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza a Memmingen, ...
giovedì 25 luglio 2024
SAN VITO DEI NORMANNI - Il Prefetto di Brindisi, S.E. Luigi Carnevale, è stato in vista istituzionale, questa mattina, nella Città di San Vito dei Normanni. Ad accoglierlo nell’aula consiliare aperta per la prima volta ...
giovedì 25 luglio 2024
  È stato pubblicato l’annuale rapporto sull’incidentalità stradale redatto dal Centro Monitoraggio Sicurezza Stradale dell’Asset, basato sui dati raccolti e trasmessi all’ISTAT. Nel 2023, in ...
giovedì 25 luglio 2024
  SAN VITO DEI NORMANNI: UN'ESTATE RICCA DI EVENTI E ATTIVITÀ CON L'INFOPOINT Scopri il territorio, immergiti nella cultura e nella tradizione con le proposte gratuite dell'Infopoint di San Vito dei Normanni! L'estate a San ...