Cobas Brindisi: lavoratori BMS in sciopero spontaneo dopo aver ricevuto solo 600 euro di acconto
martedì 25 giugno 2024

Il Sindacato Cobas ha partecipato e condiviso lo sciopero spontaneo dei lavoratori e delle lavoratrici della Brindisi Multiservizi di questa mattina ,Martedì 25 Giugno, dopo che hanno ricevuto 600 euro di acconto e chiedono il saldo ma soprattutto mostrano grandi timori per il loro futuro, vista la grande confusione che regna al Comune di Brindisi.

L’assemblea realizzata questa mattina ha confermato che lo sciopero spontaneo continua anche domani dove parteciperanno all’incontro programmato in precedenza dal Sindacato Cobas  con il Signor Sindaco di Brindisi , Pino Marchionna, alle ore 11,30 .

Nell’ incontro con il Sindaco Marchionna   il Cobas gli chiederà di chiarire  quale è la posizione di partiti, consiglieri, comunali, assessori, sulla BMS ed il percorso da intraprendere per il salvataggio della stessa .

Riepiloghiamo i diversi passaggi per continuare a sperare in un salvataggio della BMS, dove ci sembra fondamentale accompagnare alla pensione numerosi dipendenti che hanno gravi patologie utilizzando anche periodi di cassa integrazione ed il rientro dei precari storici che hanno svolto attività importanti per la società .

Il Comune di Brindisi non ha potuto pagare numerose fatture a BMS perché  il DURC(documento unico di regolarità contributiva) non era in regola.

L’agenzia delle entrate ha mandato le cartelle dei pagamenti relativa ai contributi non versati all’INPS.

Per poter sbloccare la situazione ci sono state realizzate una serie di azioni:

-BMS  ha votato finalmente il bilancio 2023.

-Un piccolo bilancio di questi mesi del 2024 per dimostrare la possibilità di poter assolvere ai debiti e chiedere la rateizzazione dei debiti che l’Inps chiede attraverso l’Agenzia delle Entrate ;

 dopo aver ottenuto la rateizzazione  basta che la BMS paghi la prima rata ed  il Durc viene sbloccato diventando positivo.

Questo permetterebbe l’immediato pagamento della parte che manca degli stipendi.

-Per poter poi realizzare un qualsiasi percorso relativo al salvataggio è necessario il   parere positivo   del collegio dei revisori sui diversi piani di risanamento economici , piano industriale,ed altri elementi ancora.

-Il Comune di Brindisi deve ripianare i debiti in consiglio comunale.

-Svolgimento di un Consiglio Comunale che tratti completamente i problemi di BMS a partire dal piano industriale .

Una strada lunga ma se percorsa correttamente può portare a soluzioni definitive.

Noi combattiamo per quelle !!!

 

___________

 

immagine di repertorio

lunedì 22 luglio 2024
OSTUNI - La Terrazza Sulla Rupe è lieta di annunciare un evento imperdibile per tutti gli amanti della musica italiana. Giovedì, 8 agosto alle ore 21:00, la splendida location incastonata nella Città Bianca ...
lunedì 22 luglio 2024
Nei giorni scorsi, l’assessore regionale all’Agricoltura, Donato Pentassuglia, insieme al direttore del Dipartimento Agricoltura, Gianluca Nardone, e al dirigente dell’Osservatorio Fitosanitario, Salvatore Infantino, ha ...
lunedì 22 luglio 2024
Fasano - Si è svolta questa mattina a Palazzo di Città la Conferenza dei Servizi decisoria per l’approvazione definitiva del Piano sociale di Zona 2022-2024 del “Consorzio per l’Integrazione e ...
lunedì 22 luglio 2024
  Nella giornata odierna, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia del Tribunale di Lecce, la Squadra Mobile di Brindisi e la S.I.S.C.O. di Lecce, hanno dato esecuzione all’ordinanza di ...
lunedì 22 luglio 2024
Nella settimana dal 22 giugno al 29 luglio, sono stati pubblicati 61 annunci di lavoro per 115 posizioni nel territorio di Brindisi, secondo il Report settimanale disponibile al seguente link: [Report ...