Brindisi: sequestrata attività di ristorazione abusiva sulla litoranea nord: multa e denuncia per il responsabile
venerdì 21 giugno 2024

BRINDISI - A seguito di segnalazioni ricevute da diverse fonti riguardanti un'attività di ristorazione abusiva in contrada Giancola, in area demaniale sulla falesia costiera con accesso dalla litoranea nord di Brindisi, il Comando di Polizia Locale di Brindisi ha condotto un'operazione di controllo. All’intervento hanno partecipato il Nucleo di Polizia Amministrativa della Polizia Locale, la Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza e personale del Dipartimento di Prevenzione della ASL.

Gli inquirenti hanno confermato l’esistenza dell’attività abusiva, estesa su un’area di oltre 1.000 mq, in gran parte proprietà del demanio, senza alcuna concessione demaniale. L’area è soggetta a numerosi vincoli a causa del rischio geomorfologico elevato, classificato PG2 e PG3 dal Piano di assetto idrogeologico. Inoltre, si trova in una zona di rispetto boschivo e di macchia mediterranea. Durante l’ispezione, sono state riscontrate numerose strutture e attrezzature funzionali all’attività di ristorazione.

Il responsabile aveva installato un automezzo attrezzato fissato al suolo con pistoni idraulici, circondato da capanni in legno e canne, dove avveniva la preparazione e cottura dei pasti. Un’altra struttura in ferro con copertura ospitava un impianto di amplificazione musicale, giochi per bambini e un grande schermo TV, il tutto illuminato da un impianto di illuminazione aerea.

Le violazioni rilevate riguardano gli artt. 54, 55 e 1161 del Codice della Navigazione, comportando un’informativa di reato per occupazione abusiva di spazio demaniale, impedimento al libero uso dell’area e realizzazione di opere non autorizzate. Per evitare l'aggravamento del reato, gli inquirenti hanno disposto il sequestro preventivo dell'area, ai sensi dell'art. 321 comma 1 del codice di procedura penale.

È stato elevato un verbale nei confronti del trasgressore per l'esercizio abusivo dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande, con un titolo non idoneo. Tale condotta è punita dall'art. 61 comma 3 della Legge Regionale n. 24/2015, con una sanzione pecuniaria di 5.000 euro e l'immediata cessazione dell'attività, che ha comportato l’apposizione di sigilli alle opere e attrezzature.

Il controllo igienico-sanitario condotto dagli ispettori della ASL Brindisi ha evidenziato irregolarità nella tracciabilità, tenuta e manipolazione del prodotto ittico, portando al sequestro e alla distruzione di 45 kg di prodotto. Altre violazioni contestate includono la non conformità ai requisiti igienici secondo l'art. 6 comma 5 del D. Lgs. n. 193/2007 e il Regolamento CE n. 852/2004.

I controlli continueranno nei prossimi giorni per tutelare la salute pubblica, salvaguardare il territorio e garantire la sicurezza, perseguendo le attività abusive che alterano le regole del mercato e della concorrenza.

venerdì 19 luglio 2024
Il concerto lunedì 22 luglio in Piazza XX Settembre alle ore 22.00 PEZZE DI GRECO  - L’appuntamento con il cantante e la sua Big Band è per lunedì 22 luglio in Piazza XX settembre alle ore 22.00 (ingresso ...
venerdì 19 luglio 2024
 Polizia Provincial Brindisi - Sono stati oltre 80 gli interventi più significativi effettuati nel semestre appena trascorso dalle donne e dagli uomini della Polizia Provinciale di Brindisi, coordinati dal commissario capo ...
venerdì 19 luglio 2024
Riceviamo e pu bblichiamo il comunicato stampa del nascente Comitato cittadino a sostegno del Referendum abrogativo della Legge Calderoli sull’Autonomia Differenziata   OSTUNI - Giovedì 18 luglio è stato ...
venerdì 19 luglio 2024
Immagine di repertorio - COMUNICATO STAMPA PREFETTURA DI BRINDISI - Nella mattinata del 18 luglio 2024, si è svolto nella sede della Prefettura l’incontro dell’Osservatorio provinciale per la sicurezza stradale, cui ...
venerdì 19 luglio 2024
Ritorna, dal 2 al 20 agosto, uno degli appuntamenti più amati e seguiti dell’estate ostunese: Teatro Madre, il festival che unisce la potenza del teatro all’energia di un luogo unico e speciale della Valle d’Itria, ...