New basket Brindisi: Stellare!
domenica 4 marzo 2007

Brindisi, 4 marzo 2007.  E’ stato  un primo quarto stellare, 28/11 per Brindisi, in cui i ragazzi di coach Trullo hanno sciorinato basket da serie A, per la delizia dei tremila tifosi che, anche stasera,  hanno occupato in ogni ordine di posto le tribune del Palapentassuglia che vedeva anche il ritorno in campo di Agostino Li Vecchi, dopo il brutto infortunio che a lungo lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco e la lunga riabilitazione che ne è seguita.


Parte di slancio Brindisi e dopo pochi minuti è già 8 a 0. Muro è ispiratissimo e implacabile non sbaglia praticamente mai, a fine gara saranno 27 i punti messi a segno con uno strepitoso 83,3% da due e un 62,5 % da tre, ben coadiuvato da Camata, Caprari, Cattabiani e Parente che completano il quintetto iniziale.


Sono stati 10 minuti che hanno rasentato la perfezione, giocate strepitose, aperture in contropiede fulminanti per i ragazzi di coach Ponticello è stato come se un autentico uragano si fosse scatenato su di loro. Un Daniele Parente che ha illuminato il parquet del Palapentassuglia con giocate di classe cristallina, regalando  cinque assist ai propri compagni e dirigendo come un vero e proprio direttore d’orchestra, ma soprattutto con una prestazione difensiva mostruosa. Se dovesse continuare la crescita di questo giocatore non sarei stupito di una sua convocazione in nazionale.


Ad un minuto e venti dal termine del quarto il ritorno in quintetto di Li Vecchi accolto da un grandissimo applauso del pubblico, si vede che la forma è ancora molto approssimativa ma comunque alla fine chiuderà con 10 punti all’attivo, nove rimbalzi ed una stoppata.


Lavori in corso, quindi, per il Brindisi si tratta adesso di inserire Li Vecchi nei giochi di squadra, fargli recuperare smalto e posizione in campo, stesso discorso per Berti un pò frastornato dai continui cambi di posizione ai quali si è dovuto adattare finora ma Simone ha qualità e talento tali che sotto l’attenta guida di coach Trullo non tarderà a ritrovarsi.


Con il ritorno di Li Vecchi  coach Trullo potrà adesso programmare un minimo di turn over e soprattutto dare un po’ più di respiro a chi come Camata, Mocavero, Cattabiani e Caprari sta tirando la carretta dall’inizio del campionato.


Questi ragazzi sono stati assolutamente encomiabili finora e non capita spesso se non in una grande squadra di vedere un giocatore come Caprari ad un minuto dalla fine di una partita che si sta vincendo di quasi 30 punti, andare a sbucciarsi ginocchia e gomiti per andare a recuperare una palla contesa, segno che questi ragazzi non mollano mai, pubblico e società hanno di che esserne fieri.


New basket Brindisi 92 Igea  Sant’Antimo 65
Parziali 28/11; 12/16; 24/18; 28/20



Raffaele Mauro