FP CGIL Brindisi, Cleopazzo : “i lavoratori Adi e Sad sono senza retribuzione da oltre due mesi”
giovedì 11 aprile 2024

FP CGIL Brindisi - Dopo 17 mesi di reiterati ritardi di pagamenti sulle retribuzioni delle lavoratrici e dei lavoratori e di continue diffide legali da parte della FP Cgil BRINDISI alla cooperativa INNOTEC informando la committente ed anche protestando con manifestazioni pubbliche per la tutela dei lavoratori e dei servizi SAD ed ADI del comune di BRINDISI e SAN VITO DEI NORMANNI si è effettuato un cambio d’ appalto il 28 Marzo 2024 e i servizi vengono rilevati dalla nuova cooperativa SIRIO a decorrere dal primo aprile 2024.

Nel cambio di gestione sono state da noi rilevate su istanza dei lavoratori da noi rappresentati, anomalie messe a verbale. Ovvero: modifiche contrattuali effettuate dal vecchio gestore INNOTEC con implementazione oraria da verificare solo a vantaggio di alcuni dipendenti, ed altri pur essendo inseriti nella platea storica, con un servizio di pluridecennale, hanno rilevato un contratto inferiore pur avendo anzianità di servizio maturata maggiore. Per tali ragioni la committente si è impegnata a richiedere i modelli C2 e ad operare verifiche sui contratti delle lavoratrici e dei lavoratori che sottoscrivono attualmente il nuovo contratto con il neo gestore solo con riserva.

La FP CGIL BRINDISI dichiara infatti in posizione a verbale, nel cambio d’ appalto testualmente che: “come già comunicato negli incontri tra committente e organizzazioni sindacali, bisogna procedere a verifica per segnalazioni di aumenti di ore contrattuali rispetto alla platea storica e chiede al consorzio e alla rappresentanza politica del comune di BRINDISI e SAN VITO DEI NORMANNI, la celere verifica tramite contratti e modelli C2 STORICI, per le ore contrattuali implementate unilateralmente dalla cooperativa INNOTEC solo ad alcune lavoratrici e negli ultimi mesi di servizio”.

Tale verifica viene accordata, per un incontro di merito il giorno 18 aprile 2024 tra committente e su richiesta della FP CGIL BRINDISI. Ma, nonostante questa confusione gestionale ad oggi i lavoratori non hanno percepito stipendio alcuno della mensilità di febbraio e stanno per maturare la mensilità di marzo dalla cooperativa INNOTEC. Per tali ragioni a seguito di richiesta di intervento sostitutivo da parte della FP Cgil BRINDISI, il consorzio BR 1 attiva la procedura di intervento sostitutivo in data 08 Marzo 2024.

In conclusione ad oggi i servizi SAD ed ADI per meri tempi tecnico- legali- organizzativi vedono le lavoratrici e i lavoratori costretti a mettere il carburante per garantire i servizi a spese proprie e a prestare opera continua sul territorio di BRINDISI e SAN VITO DEI NORMANNI ancora senza alcuna retribuzione pregressa afferente la precedente gestione INNOTEC, pur non riuscendo più neppure a sostenere economicamente loro stessi/e e le loro famiglie.

Chiara Cleopazzo
Segretaria Provinciale FP Cgil

 

 

immagine di repertorio

mercoledì 17 luglio 2024
BRINDISI - CUORE DI DONNA - Dopo i rumors e il passaparola, cui abbiamo fatto cenno anche nella Conversazione sulla Sanità a Brindisi, organizzata venerdì 12 luglio u.s., abbiamo appreso con entusiasmo la notizia secondo cui ...
mercoledì 17 luglio 2024
La Asl Brindisi aderisce alla quinta edizione della campagna di comunicazione, prevenzione e promozione del test HIV #facciamolotutti. Da quest’anno, l’attenzione si concentra anche su tutte le infezioni sessualmente ...
mercoledì 17 luglio 2024
  CISTERNINO - Si aprirà domani, giovedì 18 luglio, la tanto attesa 26ª edizione del Festival Internazionale Bande Musicali “Valle d’Itria”, che vedrà le strade di Cisternino animate da ...
mercoledì 17 luglio 2024
“La necropoli di Torre Guaceto è un contesto archeologico straordinario l’unico sepolcreto a cremazione dell’età del Bronzo nel Mediterraneo centrale sul quale sia attivo un progetto di ricerca ...
mercoledì 17 luglio 2024
BRINDISI - L'Ekoclub Brindisi, guidato dal Presidente Provinciale, l'architetto Massimo Roma, si prepara a rafforzare la propria presenza sul territorio attraverso nuove sinergie, collaborazioni e ingressi strategici. La tutela ...