Coldiretti Puglia, aumenti record per l’ export: +25% per olio e +18% per frutta, ortaggi lavorati e conservati
mercoledì 20 marzo 2024

PUGLIA, COLDIRETTI  - Il 2023 ha visto un notevole balzo nelle vendite all'estero dei prodotti agricoli made in Puglia, trainati dai beni simbolo della Dieta Mediterranea, quali olio, ortofrutta e vino, che occupano i primi posti nella classifica dei prodotti pugliesi più esportati.

L'analisi condotta dalla Coldiretti Puglia sui dati Istat relativi al commercio estero ha evidenziato performance straordinarie nel comparto agroalimentare, con aumenti significativi soprattutto nell'olio extravergine di oliva, nella frutta e verdura lavorate e conservate, e nel vino.

Le esportazioni del Made in Italy trovano sostegno principalmente nei prodotti base della dieta mediterranea, con l'olio pugliese in evidenza con un aumento del 25%, seguito dalla frutta e verdura trasformate e conservate con un incremento del 18%, e dal vino con un aumento del 5%. Tuttavia, rimane ancora un pesante deficit produttivo in settori cruciali come carne, cereali e colture proteiche per l'alimentazione animale negli allevamenti.

La Puglia vanta un totale di 60 Cibi e Vini certificati DOP IGP, occupando l'ottavo posto in Italia per prodotti DOP IGP STG. L'economia pugliese trae beneficio dai prodotti DOP e IGP, con un valore di 678 milioni di euro, di cui il comparto vitivinicolo rappresenta il 93,1%.

Per sostenere il trend di crescita dell'enogastronomia Made in Italy, è essenziale intervenire sui ritardi infrastrutturali, potenziando le connessioni tra Nord e Sud del Paese e con il resto del mondo via mare e ferrovia ad alta velocità. Coldiretti Puglia sottolinea l'importanza di sfruttare le opportunità del Pnrr per modernizzare la logistica nazionale, vitale per incrementare le opportunità di esportazione.

Inoltre, per favorire l'espansione sui mercati internazionali, è cruciale agire contro la contraffazione alimentare e proteggere i prodotti italiani da pratiche sleali. L'organizzazione sottolinea la necessità di migliorare le infrastrutture di trasporto e promuovere l'internazionalizzazione delle imprese, valorizzando il ruolo dell'ICE e il supporto delle ambasciate.

Infine, Coldiretti evidenzia l'impatto negativo di fenomeni come la guerra commerciale, le sanzioni e gli embarghi, che ostacolano gli scambi internazionali e favoriscono il protezionismo. Anche l'introduzione di etichette ingannevoli e sistemi di valutazione nutrizionale discutibili come il Nutriscore minacciano le eccellenze del Made in Italy, escludendo dalla dieta alimenti genuini a favore di prodotti artificiali.

sabato 20 luglio 2024
Una bella iniziativa tra tanti sorrisi e gioia di partecipare in nome della salvaguardia dell'ambiente e dell'inclusione di persone diversamente abili. Un ottimo risultato per il service “Ripuliamo il mare dalla plastica, nessuno ...
sabato 20 luglio 2024
Riceviamo e pubblichiamo nota del "Comitato liberi cittadini"    Centinaia e centinaia di ulivi monumentali sono stati distrutti nel Parco degli Ulivi monumentali di Serranova, ma non da incendi o altri eventi naturali, ma ...
sabato 20 luglio 2024
Una donna di 33 anni è in condizioni critiche a seguito di un incidente avvenuto oggi intorno alle 12:40 a Jaddico. La conducente, che era al volante di una Peugeot 3008 diretta verso Bari, ha perso il controllo del veicolo mentre ...
sabato 20 luglio 2024
OSTUNI - Questa sera, sabato 20 luglio, nella suggestiva Villa comunale di Ostuni prenderà vita il tanto atteso concerto di Fernando Parisi. L'artista, si esibirà insieme alla sua band composta da musicisti di grande talento: ...
sabato 20 luglio 2024
UGL SALUTE DI BRINDISI - In un incontro cruciale tra la UGL Salute di Brindisi e l'Amministratore Unico di Sanitaservice, si sono discussi temi di grande importanza per i lavoratori del settore. Alessandro Galizia, Segretario Provinciale ...