Il Cobas Brindisi invitato in prefettura alla presenza di Confindustria  per discutere della grave situazione del settore industriale  brindisino
martedì 19 marzo 2024

Riceviamo e pubblichiamo una nota dal sindacato Cobas Brindisi

Il Sindacato Cobas è stato convocato  per una riunione domani pomeriggio 20 Marzo alle ore 19,00 dal  Signor Prefetto di Brindisi, Michela La Iacona, alla presenza di  Confindustria Brindisi, Versalis ed Enipower,Api, nuove aziende che hanno vinto l’appalto di manutenzione al Petrolchimico, per discutere della difficile situazione che si è venuta a creare con la incerta assunzione di tutto il personale impiegato nell’appalto da parte delle ditte Leucci, Tecnogal, Cimi.

 La proposta Cobas  che avevamo esposto al Prefetto un mese , rafforzata dal rifiuto di assumere tutto il personale impiegato nel Petrolchimico e dei livelli salariali , la sottoporremo nel corso della riunione di domani ad Eni ed a Versalis  ;la proposta è quella di revocare   la assegnazione alle ditte da fuori e di assegnarlo invece ad un consorzio di ditte brindisine a prezzo di mercato, per non cadere nel baratro delle gare al ribasso come questa.

Sanno tutti che le aziende di manutenzione  pur di continuare a vivere ed in attesa di tempi migliori prendono appalti al ribasso.

Da decenni ormai le grandi aziende prendono per il collo gli imprenditori che riversano sui lavoratori gli aspetti negativi dei ribassi, in termini di salario e sicurezza.

Il Cobas ha evidenziato nel corso di queste settimane inoltre le preoccupazioni  occupazionali relative soprattutto per l’indotto nelle officine esterne .

La perdita di questo appalto  provocherà sicuramente la chiusura d queste storiche aziende perché non avranno  più attività, vista la situazione generale di chiusura di diverse grandi attività industriali a Brindisi.

Qualcuno ci ha detto che le committenti di questo appalto in altre regioni , come la Basilicata, hanno stipulato accordi di salvaguardia delle ditte e delle maestranze locali.

Tutto questo non è mai successo dalle nostre parti anche per colpa di qualcuno, perché non iniziare adesso visto i grandi disastri che appaiono all’orizzonte?

Il Cobas è da sempre impegnato su questi temi, come nel caso della decarbonizzazione di Cerano, ed invitiamo  tutti i lavoratori ed i cittadini ad una rivolta di carattere sociale per costruire un nuovo futuro per il nostro territorio. Altrimenti saremo destinati a chiudere le chiavi di questa città come ultimi cittadini.

 

Per il Cobas Roberto Aprile e Cosimo Quaranta

 

lunedì 24 giugno 2024
CAROVIGNO -  Mercoledì 3 luglio alle ore 19:00, presso il Castello Dentice di Frasso di Carovigno, verrà inaugurata la mostra "Nelle nostre stanze" di Giuseppe Ciracì, promossa dall’Associazione Le Colonne ...
lunedì 24 giugno 2024
L’assemblea dei soci della STP di Brindisi ha approvato all’unanimità, in data odierna ed alla presenza del Presidente della Provincia Toni Matarrelli e del Sindaco di Brindisi Giuseppe Marchionna, il Bilancio di ...
lunedì 24 giugno 2024
Riveciamo e pubblichiamo ocmunicato stampa - "La FP CGIL Brindisi denuncia la difficile situazione riguardo a quanto sta accadendo: bandi deserti e nessuna governance del sistema o programmazione organizzativa per i servizi esternalizzati ...
lunedì 24 giugno 2024
BRINDISI - LAVORO - 75 annunci di lavoro per 165 figure professionali: è il dato registrato nella settimana dal 17 al 24 giugno relativamente alla ricerca di personale nell’ambito territoriale di Brindisi ed inserito nel ...
lunedì 24 giugno 2024
Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento 5 Stelle di Brindisi   Richiesta di Interpellanza al Nuovo Parlamento Europeo sul Progetto di Deposito Gas GNL di EDISON al Porto di Brindisi.In seguito alla recente ...