CGIL Brindisi, Macchia: “E’ allarme sicurezza sul lavoro, due vite perse in meno di 2 settimane a Brindisi”
mercoledì 13 marzo 2024

 BRINDIS, MORTI SUL LAVORO  - La Cgil di Brindisi è costretta a rinnovare il proprio allarme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in seguito ai tragici eventi che hanno colpito duramente la nostra comunità industriale. Con il decesso di un lavoratore di 37 anni (G.C.) presso lo stabilimento Jindal Films Europe, e la perdita di Giuseppe Petraglia, Brindisi conta già due morti sul lavoro in meno di due settimane dall’inizio di marzo.

«Siamo già a due morti sul lavoro in meno di due settimane – dichiara Antonio Macchia, Segretario Generale della CGIL di Brindisi – un bilancio pesantissimo che non possiamo accettare passivamente. Queste tragedie riflettono una crisi profonda nella gestione della sicurezza sul lavoro e richiedono una risposta immediata e decisa da parte di tutti gli attori coinvolti».

Questi eventi non solo rappresentano una perdita irrecuperabile per le famiglie delle vittime, ma evidenziano anche le gravi lacune nella prevenzione degli infortuni e nella tutela della salute dei lavoratori. La frequenza e la gravità di questi incidenti impongono una riflessione urgente e l’adozione di misure concrete per evitare ulteriori perdite di vite umane.

La Cgil di Brindisi, in questo contesto di emergenza, richiede con forza:

1. Una revisione immediata delle politiche di sicurezza sul lavoro all’interno delle aziende, per assicurare che ogni lavoratore operi in un ambiente sicuro e protetto.
2. Una intensificazione dei controlli da parte delle autorità competenti, per garantire la piena applicazione delle normative vigenti in materia di sicurezza.
3. Un dialogo costruttivo tra sindacati, aziende, istituzioni e rappresentanti dei lavoratori, finalizzato a sviluppare strategie efficaci di prevenzione degli infortuni.

«Solo attraverso un impegno collettivo e condiviso – continua Antonio Macchia – possiamo sperare di invertire questa tendenza negativa e garantire che la sicurezza sul lavoro diventi una realtà concreta per tutti. La vita e la dignità dei lavoratori devono essere al primo posto nelle priorità di ogni azienda e di ogni politica pubblica».

La CGIL di Brindisi si impegna a continuare la sua lotta per la sicurezza sul lavoro, affinché tragedie come quelle vissute in queste settimane non debbano più ripetersi. La sicurezza non è un costo, ma un investimento essenziale nella vita umana e nella qualità del lavoro.

Antonio Macchia
Segretario Generale Cgil Brindisi

martedì 25 giugno 2024
Confesercenti della provincia di Brindisi, l’associazione “Fare verde” e Immagina Brindisi plaudono convintamente alla decisione del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica che con decreto direttoriale ...
martedì 25 giugno 2024
-immagine di repertorio-  BRINDISI - PISTA CICLABILE VIALE ALDO MORO -  Ancora una volta la pista ciclabile di viale Aldo Moro è diventata il rifugio demagogico dell’assessore Gianluca Quarta. L’aspetto ...
martedì 25 giugno 2024
La Capitaneria del Porto di Brindisi fa sapere che questa mattina, martedì 25 giugno, si è svolta nel porto di Brindisi una complessa esercitazione, parte delle esercitazioni semestrali previste dal “Piano di Emergenza ...
martedì 25 giugno 2024
SAN MICHELE SALENTINO - Inaugurato oggi a San Michele Salentino il Parco giochi inclusivo intergenerazionale della Zona 167 finanziato nell’ambito del Progetto OASI (Opportunità Accessibile di Spazi Inclusivi), finanziato dal ...
martedì 25 giugno 2024
ASL BRINDISI - Una giornata di sensibilizzazione alla donazione del sangue con due eventi promossi dal Centro Trasfusionale dell’ospedale Perrino di Brindisi, organizzati in collaborazione con l’Istituto Cappuccini di Brindisi ...