Confersercenti si appella al Consiglio di Stato, contro l’accorpamento Camere di Commercio di Brindisi e Taranto.
mercoledì 13 dicembre 2023

Confesercenti della Provincia di Brindisi – Brindisi Centro Associazione Commercianti, si appella al Consiglio di  Stato.

Riportiamo integralmente la richiesta ufficiale:

In riferimento al ricorso presentato da questa Associazione, per ora dichiarato inammissibile dal TAR di Bari, contro l’accorpamento tra la Camera di Commercio di Brindisi e l’omologo Ente camerale di Taranto, si precisa quanto segue.
Con il ricorso suddetto, avente ad oggetto “Assegnazione dei seggi nel Consiglio della Camera di Commercio di Brindisi e Taranto”, la Confesercenti della provincia di Brindisi ha chiesto l’annullamento del DPGR n.106 del 17.03.2023, nonché tutti gli atti connessi e presupposti e, pertanto, anche del DPGR n.6 del 18.01.2023, la cui efficacia era stata espressamente sospesa dalla Regione Puglia in seguito alla rilevazione di incongruenze, in riferimento ai dati relativi alla rappresentatività del settore ‘commercio’ nel nuovo ente camerale. La Confesercenti ha censurato la violazione di numerose irregolarità in ordine ai tempi della procedura, nonché alle modalità di presentazione delle dichiarazioni e dei documenti da parte di alcune associazioni, in particolare della Confcommercio Taranto, chiedendone l’esclusione.

“La sentenza resa dal TAR di Bari – afferma il presidente della Confesercenti della provincia di Brindisi, Michele Piccirillo – ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso proposto, senza esaminare il merito dello stesso e quindi senza verificare se le violazioni lamentate siano state commesse, ritenendo che la nuova istruttoria posta in essere dalla Regione Puglia, a seguito della sospensione dell’efficacia del DPGR n.6 del 18.01.2023, abbia avuto ad oggetto la correzione di un mero errore materiale, al punto che il decreto di rettifica non poteva essere impugnato. Tale interpretazione non è condivisa dalla Confesercenti Brindisi, atteso che la nuova istruttoria non ha condotto alla correzione
di un mero errore materiale, avendo stravolto completamente gli equilibri rappresentativi all’interno della Camera di Commercio di Brindisi e Taranto.
Poiché si continuano a riportare notizie non esaustive, la nostra associazione è disponibile a fornire a chi ne facesse richiesta copia del Ricorso depositato al fine di fare chiarezza sulla controversia in atto.

La Confesercenti Brindisi, consapevole di portare avanti le giuste rivendicazioni del territorio brindisino, non inventandosi nulla a riguardo, come qualcuno sostiene a torto, intende proseguire in questa battaglia di autodeterminazione e procederà con il Ricorso in Appello dinanzi al Consiglio di Stato per vedere riconosciute le proprie ragioni. Del resto, siamo solo al primo grado di Giudizio”.

 

giovedì 23 maggio 2024
Novemila nuovi alberi su un terreno di 5 ettari che digrada sul mare, a Torre Guaceto, sito naturalistico e paesaggistico tra i più importanti d’Italia. È il nuovo intervento di riforestazione realizzato da Fondazione ...
giovedì 23 maggio 2024
REGIONE PUGLIA, TURISMO - Al momento finanziate con un milione di euro le proposte di collegamento automobilistico tra aeroporti e località turistiche presentate da 4 Province “Il progetto Puglia Easy to Reach non ...
giovedì 23 maggio 2024
FASANO – Il sindaco Francesco Zaccaria e gli altri sindaci di Puglia hanno approvato all'unanimità, nell’ultima Assemblea regionale di ANCI Puglia, una delibera che riafferma la volontà di mantenere il controllo ...
giovedì 23 maggio 2024
Ieri, 22 maggio 2024, il Prefetto di Brindisi, dottor Luigi Carnevale, ha fatto una visita istituzionale al Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi. L’Autorità di governo, accolta dal Comandante Provinciale, Colonnello ...
giovedì 23 maggio 2024
  In una recente intervista l’Onorevole D’ Attis ha espresso il suo disaccordo rispetto alle affermazioni pubbliche del sindaco Marchionna e dell’assessore Bruno. L’onorevole ha detto che la candidatura di ...