Cisternino: indagata la madre della neonata morta dopo il parto in casa
venerdì 8 dicembre 2023
CISTERNINO – La donna di 34 anni che ha dato alla luce una bambina prematura deceduta in un appartamento a Cisternino, è ora oggetto di un'indagine per interruzione colposa di gravidanza.

La donna è attualmente ricoverata presso l'ospedale Perrino di Brindisi, e sebbene le sue dimissioni fossero previste per ieri, i medici hanno deciso di prolungare il monitoraggio di ulteriori 24 ore dopo il parto avvenuto martedì.

Dopo il ricovero, la donna ha dichiarato di non essere a conoscenza della gravidanza.

Nell’ambito dell’indagine per comprendere tutti gli elementi che hanno portato a questa tragica vicenda, il procuratore di Brindisi, Alfredo Manca, ha ordinato l'autopsia della neonata, fissata per il 13 dicembre.

mercoledì 24 luglio 2024
SAN VITO DEI NORMANNI - Erika Fornaro, 36 anni, originaria di San Vito dei Normanni, sarà l'unica rappresentante italiana nel ruolo di arbitro internazionale di Taekwondo alle Olimpiadi di Parigi. Dal 7 al 10 agosto, ...
mercoledì 24 luglio 2024
"Le politiche messe in campo dalla Regione Puglia in questi ultimi anni sul tema dell’attrazione degli investimenti rischiano di essere compromesse da una politica nazionale miope che, pur di accentrare potere, ha smantellato un ...
mercoledì 24 luglio 2024
Il Partito Democratico di Brindisi esprime profonda delusione e preoccupazione per la gestione dell’amministrazione comunale riguardo al programma estivo degli eventi. Mentre realtà vicine hanno saputo attrarre visitatori ...
mercoledì 24 luglio 2024
  FASANO - A partire da mercoledì 24 luglio sarà possibile effettuare l’iscrizione al servizio di refezione scolastica per tutti gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia e primaria, a tempo pieno, del ...
mercoledì 24 luglio 2024
Si chiude con un saldo positivo per 566 unità il II trimestre 2024 per le imprese delle province di Brindisi e Taranto. Circostanza confortante, dopo i risultati non buoni dei primi tre mesi dell’anno in corso, ma resta il ...