Brindisi, i lavoratori della Centrale ENEL verso lo sciopero: nessun accordo in Prefettura
venerdì 17 novembre 2023
 

La Nota dei sindacati:
Le organizzazioni sindacali di categoria FILCTEM CGIL, FLAEI CISL UILTEC UIL, convocate presso la Prefettura di Brindisi per espletare il tentativo di raffreddamento e conciliazione previsto dalle norme per la regolamentazione degli scioperi nei servizi pubblici essenziali, chiudono l’incontro con un mancato accordo, la procedura si conclude con esito negativo.

I Sindacati del comparto elettrico dopo l’assemblea dei lavoratori del 30 ottobre avevano valutato la necessità di intraprendere azioni di mobilitazione e di lotta per contrastare la complessa fase di incertezza sul futuro industriale del settore elettrico in terra di Brindisi, condizione rafforzata dopo l’incontro presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy dello scorso 9 novembre ’23, del Comitato di coordinamento finalizzato a individuare soluzioni per il rilancio delle attività imprenditoriali, per la salvaguardia dei livelli occupazionali e per il sostegno dei programmi di investimento e sviluppo imprenditoriale delle aree industriali di Brindisi previsto dall’art 24 bis del decreto-legge 50/22, in quella sede ENEL non conferma gli impegni a partire dal nuovo impianto a Ciclo combinato a gas, dichiarando che TERNA impedirebbe l’investimento non ritenendolo essenziale per la rete elettrica italiana, il Governo non esprime alcun orientamento sulle politiche industriali del settore, rilanciando il confronto tra le parti a livello territoriale.

In occasione dell’incontro con il Dott. Onofrio Vito Padovano Vice Prefetto, ENEL conferma la decisione non ci sarà a Brindisi l’annunciata Giga Factoring di energia rinnovabile, che avrebbe portato buona e stabile occupazione, duplicando l’esperienza dell’impianto realizzato a Catania, dove il sito prevede 1000 occupati, grossa incertezza su tutti gli altri investimenti annunciati per Brindisi, impianti di energia rinnovabile e di accumulo con elettrolizzatori per la produzione di idrogeno verde, co-finanziato con Fondi del PNRR, lo stesso impianto che ENEL decide di non realizzare e rinunciare ai Fondi assegnati nel sito a carbone dismesso a La Spezia, per la dismessa Centrale di Rossano Calabro ENEL decide di non presentare il progetto.

Nessuna certezza sul progetto di ENEL Logistic, 19 ettari del sito industriale, liberato da impianti dismessi a ridosso del porto che rientrano nel perimetro della ZES, si chiedono Fondi del PNRR ma poi si dichiara la logistica non è nel core-business di ENEL si mettono a disposizione i luoghi senza nessun impegno diretto.

Una grande fase di inaccettabile incertezza in attesa dell’annunciato Piano industriale che verrà illustrato agli azionisti il prossimo 22 novembre e il giorno successivo al Sindacato, in quel piano industriale è necessario rivendicare chiari ed esigibili impegni di spesa del Gruppo ENEL a Brindisi, ricercando l’utilizzo dei previsti Fondi del PNRR per la transizione ecologica, che bisogna che sia equa e socialmente sostenibile per il mondo del lavoro senza creare disastri a livello occupazionale tra gli attuali occupati diretti e per l’indotto.

Per questa inaccettabile situazione FILCTEM FLAEI UILTEC nei termini previsti dalla legge sul diritto allo sciopero per i servizi pubblici essenziali, valuteranno le date possibili per lo sciopero delle attività straordinarie, e del pacchetto di 8 ore di sciopero generale per tutti i lavoratori del sito, che i lavoratori hanno deliberato in assemblea.

Segreterie Territoriali di Brindisi

FILCTEM - CGIL FLAEI - CISL UILTEC - UIL

Antonio Frattini Ugo Galiano Perrucci Carlo

 

giovedì 23 maggio 2024
Ieri, 22 maggio 2024, il Prefetto di Brindisi, dottor Luigi Carnevale, ha fatto una visita istituzionale al Comando Provinciale Carabinieri di Brindisi. L’Autorità di governo, accolta dal Comandante Provinciale, Colonnello ...
giovedì 23 maggio 2024
  In una recente intervista l’Onorevole D’ Attis ha espresso il suo disaccordo rispetto alle affermazioni pubbliche del sindaco Marchionna e dell’assessore Bruno. L’onorevole ha detto che la candidatura di ...
giovedì 23 maggio 2024
Fasano, insieme alle sue più note HIT, avrà il piacere di ascoltare la sua nuova opera e di accogliere la grandissima NOEMI lunedi 24 giungo alle ore 22:30, in occasione del concerto chiusura dei festeggiamenti della Festa ...
giovedì 23 maggio 2024
A Cerano, dopo un'assemblea sindacale organizzata da Cgil e Uil, i lavoratori del settore energetico hanno manifestato contro le preoccupazioni legate alla crisi del settore e al futuro incerto della centrale elettrica Federico II. La ...
giovedì 23 maggio 2024
A conclusione della settimana mondiale della tiroide, domenica 26 maggio, dalle 8.30 alle 13.30, medici e farmacisti saranno in Piazza Vittoria a Brindisi per offrire una giornata di screening gratuito ai cittadini per la prevenzione delle ...