Amati: “Geriatria ha perso due medici per trasferimenti irragionevoli". La risposta della ASL BR1
domenica 8 ottobre 2023

Ospedale Perrino BR, Amati: “Geriatria ha perso due medici per trasferimenti irragionevoli. Si rischia la sospensione dell’attività. Revoca immediata”

“Il reparto di geriatria del Perrino di Brindisi ha perso due medici, trasferiti ad altre mansioni con provvedimenti irragionevoli e - forse - pure vietati. Chiedo la revoca immediata perché si rischia la sospensione dell’attività in un ospedale di II livello. Un’assurdità”.

Lo dichiara il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati.

“L’organico attuale del reparto di geriatria era composto da 9 medici, compreso il primario facente funzioni che svolge i turni come gli altri.

Dal 1 ottobre è stata trasferita un’unità alla lungodegenza di San Pietro Vernotico, sguarnendo l’organico già in deficit.

Ma non solo.

È stato autorizzato dal  1 novembre un ulteriore trasferimento verso il distretto di San Pietro Vernotico, mettendo seriamente a rischio il servizio.

I trasferimenti appaiono irrazionali, irragionevoli e forse pure vietati, in una situazione che già vede il reparto di geriatria incapace di fornire l’attività ambulatoriale.

Se questi provvedimenti di trasferimento dovessero essere confermati, il reparto avrebbe solo 6 medici in grado di turnare (uno è in possesso di esenzione e autorizzato al solo servizio di mattina), per cui non sarà più possibile assicurare la turnazione e quindi si rischia la sospensione dell’attività.

Chiedo immediatamente la revoca dei provvedimenti di trasferimento, nell’attesa dell’istituzione di AziendaZero come unica soluzione per monitorare al meglio l’impiego di personale ed evitare atti di così lampante nocività per le esigenze dei malati”.

 La risposta della ASL BR1:

“In considerazione delle osservazioni pervenute circa il trasferimento di due medici geriatri dalla UOC di Geriatria dell’ospedale Perrino in altre sedi di servizio, si precisa che la prima disposizione ha riguardato il trasferimento presso la UOS Lungodegenza di San Pietro Vernotico, alla luce della grave carenza di personale della stessa unità operativa.

L’altra disposizione di servizio, pur motivata da ragioni organizzative, è stata oggetto di rivalutazione da parte della direzione strategica, tenuto conto di quanto comunicato in data odierna dal direttore del Dipartimento Medico, a rettifica del precedente parere favorevole e, pertanto, detto trasferimento sarà differito ad avvenuta autorizzazione da parte della Giunta Regionale del piano assunzionale 2023.”

giovedì 23 maggio 2024
A Cerano, dopo un'assemblea sindacale organizzata da Cgil e Uil, i lavoratori del settore energetico hanno manifestato contro le preoccupazioni legate alla crisi del settore e al futuro incerto della centrale elettrica Federico II. La ...
giovedì 23 maggio 2024
A conclusione della settimana mondiale della tiroide, domenica 26 maggio, dalle 8.30 alle 13.30, medici e farmacisti saranno in Piazza Vittoria a Brindisi per offrire una giornata di screening gratuito ai cittadini per la prevenzione delle ...
giovedì 23 maggio 2024
MESAGNE. G7 - I’evento che, organizzato da Puglia Walking Art e dalla Rete di impresa Puglia Micexperience, vede il patrocinio di Regione Puglia e Comune di Mesagne, Camera di Commercio di Taranto-Brindisi e Aeroporti di Puglia e ...
giovedì 23 maggio 2024
  BRINDISI - In occasione dell'attesissimo evento "Bams", che si terrà venerdì presso il Parco del Cillarese, la Commissione comunale di vigilanza sui pubblici spettacoli ha stabilito una serie di rigide prescrizioni ...
giovedì 23 maggio 2024
OSTUNI - Si terrà venerdì 24 maggio prossimo dalle ore 17,30 a Ostuni presso la Sala Consiliare del Comune il Convegno su “Comunità Energetiche Rinnovabili: opportunità per cittadini e ...