Coldiretti Puglia: rivoluzione energetica sostenibile con il recupero degli scarti di potatura degli ulivi
venerdì 6 ottobre 2023
 

Coldiretti Puglia propone una rivoluzione energetica sostenibile attraverso il recupero degli scarti di potatura. Con oltre 1,2 milioni di tonnellate annue provenienti dagli oliveti e dai vigneti pugliesi, questa iniziativa mira a creare una nuova fonte di energia verde, contrastando l'aumento dei costi e la diminuzione del potere d'acquisto legati alla spesa energetica. Presentato al padiglione 90 di Agrilevante, il progetto Venere nello Spazio, promosso da Coldiretti Puglia insieme a partner come OP Puglia Olive e Università Degli Studi Di Foggia, sfrutta la biomassa derivante dalla potatura per generare energia rinnovabile.

La regione pugliese, secondo la Banca Dati Regionale delle Biomasse, dispone teoricamente di una potenza d'installazione elettrica di 225 MW e di 600 MW di potenza termica grazie a questi scarti agricoli.
Questi numeri potrebbero giocare un ruolo significativo nel processo di decarbonizzazione, riducendo i costi ambientali e sanitari associati all'uso del carbone. Coldiretti Puglia sottolinea che gli scarti di potatura, attualmente poco sfruttati, potrebbero diventare una risorsa chiave per lo sviluppo rurale e la diversificazione del reddito agrario.

Il progetto Venere prevede la creazione di una filiera produttiva che utilizza i residui di potatura degli oliveti per generare energia destinata a coprire i consumi di un'industria agraria cooperativa. Questo modello di autoconsumo energetico ridurrebbe significativamente la dipendenza da fonti esterne, favorendo l'utilizzo di energia rinnovabile a basse emissioni di gas serra. Inizialmente concentrato nel settore olivicolo-oleario, il progetto potrebbe estendersi ad altri settori agroindustriali regionali, come quello vitivinicolo.

Coldiretti sottolinea l'importanza dell'economia circolare, evidenziando la necessità di dotare il Paese di una riserva energetica sostenibile attraverso l'implementazione di soluzioni come il fotovoltaico "intelligente" e la rete per il biometano.
Nel concludere, l'associazione agricola sottolinea la necessità di sbloccare gli incentivi al biogas e finanziare gli impianti che supportano la transizione ecologica, trasformando gli sprechi in fonti di energia, e di adottare il digestato come fertilizzante per contribuire alla sostenibilità ambientale e evitare di favorire multinazionali straniere.

La Coldiretti promuove un modello di transizione energetica che vede le imprese agricole come protagoniste, anche attraverso la formazione di comunità energetiche.

sabato 20 luglio 2024
Una bella iniziativa tra tanti sorrisi e gioia di partecipare in nome della salvaguardia dell'ambiente e dell'inclusione di persone diversamente abili. Un ottimo risultato per il service “Ripuliamo il mare dalla plastica, nessuno ...
sabato 20 luglio 2024
Riceviamo e pubblichiamo nota del "Comitato liberi cittadini"    Centinaia e centinaia di ulivi monumentali sono stati distrutti nel Parco degli Ulivi monumentali di Serranova, ma non da incendi o altri eventi naturali, ma ...
sabato 20 luglio 2024
Una donna di 33 anni è in condizioni critiche a seguito di un incidente avvenuto oggi intorno alle 12:40 a Jaddico. La conducente, che era al volante di una Peugeot 3008 diretta verso Bari, ha perso il controllo del veicolo mentre ...
sabato 20 luglio 2024
OSTUNI - Questa sera, sabato 20 luglio, nella suggestiva Villa comunale di Ostuni prenderà vita il tanto atteso concerto di Fernando Parisi. L'artista, si esibirà insieme alla sua band composta da musicisti di grande talento: ...
sabato 20 luglio 2024
UGL SALUTE DI BRINDISI - In un incontro cruciale tra la UGL Salute di Brindisi e l'Amministratore Unico di Sanitaservice, si sono discussi temi di grande importanza per i lavoratori del settore. Alessandro Galizia, Segretario Provinciale ...