Confesercenti Brindisi suggerisce ai Comuni di applicare il “Decreto bollette”. Stralcio cartelle e rottamazione quater.
mercoledì 24 maggio 2023

In merito agli innumerevoli costi di gestione delle attività commerciali, riferiti in particolare ai tributi locali, un sostanziale aiuto agli esercenti e a tutti i commercianti potrebbe arrivare con l’applicazione di un emendamento riformulato al cosiddetto “Decreto bollette”, approvato dalle Commissioni Finanze e Affari sociali della Camera.

 In pratica, anche gli enti territoriali che riscuotono direttamente i tributi o li affidano a soggetti privati iscritti all’Albo per l’accertamento e riscossione delle entrate degli enti locali possono ricorrere allo stralcio automatico delle cartelle fino a mille euro e alla rottamazione quater. Finora ciò era possibile solo per i carichi affidati agli agenti della riscossione.

“Chiediamo ai sindaci e a chi di competenza di tutti i comuni del territorio brindisino – dichiara il presidente provinciale di Confesercenti Brindisi, Michele Piccirillo - di valutare la possibilità di accogliere questa opportunità contemplata da questa normativa nazionale. Gli effetti positivi ricadrebbero sia sugli enti territoriali, che avrebbero così la possibilità di smaltire i tanti procedimenti di contenzioso, di ridurre le spese di recupero e soprattutto di introitare risorse economiche che altrimenti andrebbero perse, e sia sugli esercenti che avrebbero conseguentemente l’opportunità di guardare con fiducia e rinnovato ottimismo, stante le difficoltà economiche riscontrate in questi ultimi anni, dapprima con l’emergenza pandemica, causa di una  forte contrazione dei consumi, e successivamente con l’incremento dell’inflazione, oramai a doppia cifra, sui costi di gestione e sui costi della materia prima. Sostanzialmente, in questi anni, i commercianti hanno praticamente lavorato in perdita”.

Se vogliono aderire, gli enti territoriali possono farlo emanando, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione, un provvedimento in cui disciplinano:

• il numero di rate e la relativa scadenza;

• le modalità con cui il debitore manifesta la sua volontà di avvalersi della definizione agevolata;

• i termini per la presentazione dell’istanza in cui il debitore indica il numero di rate con il quale intende effettuare il pagamento, nonché la pendenza di giudizi aventi a oggetto i debiti cui si riferisce l’istanza stessa, assumendo l’impegno a rinunciare agli stessi giudizi;

• il termine entro il quale l’ente territoriale o il concessionario della riscossione trasmette ai debitori la comunicazione nella quale sono indicati l’ammontare complessivo delle somme dovute per la definizione agevolata, quello delle singole rate e la scadenza delle stesse.


Confesercenti Provincia di Brindisi 
24 maggio 2023


giovedì 23 maggio 2024
MESAGNE. G7 - I’evento che, organizzato da Puglia Walking Art e dalla Rete di impresa Puglia Micexperience, vede il patrocinio di Regione Puglia e Comune di Mesagne, Camera di Commercio di Taranto-Brindisi e Aeroporti di Puglia e ...
giovedì 23 maggio 2024
  BRINDISI - In occasione dell'attesissimo evento "Bams", che si terrà venerdì presso il Parco del Cillarese, la Commissione comunale di vigilanza sui pubblici spettacoli ha stabilito una serie di rigide prescrizioni ...
giovedì 23 maggio 2024
OSTUNI - Si terrà venerdì 24 maggio prossimo dalle ore 17,30 a Ostuni presso la Sala Consiliare del Comune il Convegno su “Comunità Energetiche Rinnovabili: opportunità per cittadini e ...
giovedì 23 maggio 2024
BRINDISI - Il Presidente nazionale di Confcommercio Giovani Matteo Musacci domani, giovedì 23 maggio, sarà a Brindisi per partecipare ad una iniziativa organizzata dai giovani imprenditori di Confcommercio ...
giovedì 23 maggio 2024
Mesagne: la Polizia di Stato sequestra circa mezzo chilo di droga  MESAGNE - Ieri, nelle campagne di Mesagne, il personale della Polizia di Stato ha sequestrato quattro "panetti" di sostanza stupefacente del peso complessivo di circa ...