Per la Uil di Brindisi occorre “programmare-oltre-emergenze”.
venerdì 21 aprile 2023

Pubblichiamo la nota di Fabrizio Caliolo, coordinatore provinciale della Uil Brindisi.
Brindisi fin dalle epoche più remote è stata Porta d’Oriente col suo porto naturale più significativo del Mediterraneo, un territorio naturalmente predisposto all’aviazione ed una collocazione geograficamente orientata ad Oriente con tutto un insieme di opportunità economiche, commerciali e di scambio culturale che questo comporta. Oggi queste importanti opportunità sono tutte ancora presenti e più che mai ambite. Ognuna di queste tante ed innate virtuose caratteristiche può e deve diventare, come già nel passato, potenziale di crescita e benessere diffuso per l’intero territorio. 

Ciò può accadere se si riserva la dovuta attenzione a tutte le infrastrutture che consentono la comunicazione e lo scambio tra la città, il territorio locale e l’intero Mediterraneo. I già citati porto marittimo, aeroporto civile, rete viaria statale e ferroviaria passando per l’universo delle infrastrutture più marcatamente industriali e commerciali devono essere attenzionate grandemente in una città che voglia tornare protagonista e sviluppare lavoro e benessere a partire dalla sua vocazione naturale. È necessario dedicare ad ognuna di queste fondamentali opere progettualità a lungo termine che ne rilancino missione e capacità tecnologiche ma anche a medio e brevissimo termine per garantire la necessaria cura e manutenzione dell’esistente. 

Dopo le varie crisi economiche, finanziarie e di equilibri internazionali la sfida del Pnrr rimane vitale e per coglierla occorrono visioni politiche e professionalità tecniche in forza agli enti ed alle istituzioni responsabili a vario titolo delle infrastrutture cittadine. L’assetto del territorio ed i suoi documenti programmatici pluriennali sono di vitale importanza e non solo per le grandi sfide delineate ma anche e soprattutto per la vivibilità stessa di chi questa città la vive ogni giorno. 
Come abbiamo dovuto constatare sono bastate le abbondanti piogge di questi giorni per mettere a serio rischio l’incolumità e la sicurezza dei brindisini a motivo di mancate manutenzioni e programmazione di interventi idraulici e di messa in sicurezza non sostenuti nel tempo. Questo non è accettabile in quanto si tratta di un pre-requisito per ogni sviluppo economico e sociale che si voglia immaginare.

Il commercio con l’Oriente ed il Mediterraneo, la competitività del sistema industriale, l’attrattività turistica e l’appetibilità stessa del territorio sotto ogni aspetto passano dalla presenza e dall’efficienza di infrastrutture adeguate ed all’altezza delle sfide di oggi. Un sindacato che abbia a cuore il futuro del lavoro e la sostenibilità futura dei redditi dell’intera popolazione brindisina non può che avere a cuore questo tema ed invitare ogni soggetto politico e sociale a #ProgrammareOltreEmergenze. 

martedì 25 giugno 2024
SAN MICHELE SALENTINO - Inaugurato oggi a San Michele Salentino il Parco giochi inclusivo intergenerazionale della Zona 167 finanziato nell’ambito del Progetto OASI (Opportunità Accessibile di Spazi Inclusivi), finanziato dal ...
martedì 25 giugno 2024
ASL BRINDISI - Una giornata di sensibilizzazione alla donazione del sangue con due eventi promossi dal Centro Trasfusionale dell’ospedale Perrino di Brindisi, organizzati in collaborazione con l’Istituto Cappuccini di Brindisi ...
martedì 25 giugno 2024
  Il triatleta brindisino Ruben Benigno si è qualificato per i mondiali di Ironman 70.3, che si terranno il 15 dicembre 2024 a Taupo, in Nuova Zelanda. L'atleta ha conquistato il pass per la competizione iridata domenica 23 ...
martedì 25 giugno 2024
FASANO - Parte il conto alla rovescia per l’inizio della 13ª edizione del mondiale di pattinaggio artistico su ruote, in programma dal 4 al 7 luglio a Fasano. Con oltre 400 atleti iscritti provenienti da 13 nazioni, accompagnati ...
martedì 25 giugno 2024
A distanza di circa di due mesi dall’inaugurazione del progetto “Refitting soul Demetra: io sono. Io posso”, modulo “Un tuffo a colori”, il sodalizio creatosi intorno all’avvio dell’iniziativa ...