Ermal Meta, racconta alle 'Iene' il suo arrivo a Brindisi e l'aiuto di un ufficiale brindisino.
venerdì 17 marzo 2023

 Il cantante albanese, naturalizzato in Italia, nella puntata in onda martedì, 14 marzo 2023, su Italia1, ha ricordato il viaggio intrapreso dalla madre Mira, dall'Albania a Brindisi.

Questo il racconto di Ermal Meta sui momenti salienti del viaggio dall’Albania a Brindisi:

"Inizia già con un atto di gentilezza in Albania dove uno sconosciuto consiglia alla mamma di andare di andare via, ma lei non sa come fare. Lui si offre di pagare di tasca sua un passaporto straniero, tedesco. Non vuole niente in cambio. Le chiede solo delle fototessere. Quando lei gli domanda perché la sta aiutando, lui le risponde che non lo fa solo per lei, ma anche per i suoi figli. Andare alla polizia è inutile e lo sa fin troppo bene".

"Il giorno seguente la donna porta le foto all'uomo. Lui va da un falsario e una settimana dopo il passaporto è pronto. Lo sconosciuto le augura buona fortuna. Non si vedranno più. La donna lascia i figli con sua madre e va a prendere il traghetto che spera possa condurla verso una vita sconosciuta, ma gentile, come quell'uomo. Passa i controlli della polizia albanese senza difficoltà e così, intorno alle 7 della mattina seguente, la nave su cui si trova entra nel porto di Brindisi".

"Prima dello sbarco, ogni passaporto viene controllato meticolosamente. Un ufficiale afferra quello della donna e le lancia un'occhiata prima di sparire dietro a una porta. Sembra aver già capito. Torna indietro dopo un po' e la chiama in disparte".

"'Questo passaporto è falso, lo sa vero?' Le dice a bassa voce. 'Si lo so', ammette lei. 'Non posso farla passare, devo rimandarla indietro'. La donna piange, cercando di non farsi vedere dagli altri, poi dalla borsa tira fuori una fotografia e gliela mette davanti. 'Questi sono i miei tre figli, se torno indietro non ci sarà un futuro per loro', gli dice. Lui indugia ancora, scrutandola, mentre la donna prega.
Di colpo, lui apre il passaporto e lo timbra prima di ridarglielo. È libera di andare. Lei vorrebbe abbracciarlo, ma non può. 'Vada via e buona fortuna', le dice l'ufficiale indicandole la porta verso il suo nuovo futuro: incerto, ma tutto da scrivere.
Non si vedranno più. Due atti di gentilezza salvarono quattro vite. Tra quelle vite c'era anche la mia. Siate gentili, potreste salvare qualcuno".

 

lunedì 27 maggio 2024
BRINDISI – I.M, una 47enne di Brindisi, è in stato di morte encefalica dopo essere stata colpita alla testa da un proiettile durante una lite avvenuta ieri sulla complanare della Statale 7, vicino alla zona industriale di ...
lunedì 27 maggio 2024
L’Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia ha diramato la circolare n. 4 del 24 maggio 2024, che modifica e integra la circolare n. 3 del 22 maggio 2024. La circolare contiene le indicazioni utili al fine del contenimento e ...
lunedì 27 maggio 2024
BRINDISI, SPI CGIL  -  Mercoledì 29 maggio prossimo sarà a Brindisi Gherardo Colombo. Su iniziativa del dipartimento Cultura della lega cittadina dello Spi Cgil di Brindisi, in collaborazione con la Scuola di ...
lunedì 27 maggio 2024
ARPAL - 21° REPORT 2024 OFFERTE DI LAVORO AMBITO TERRITORIALE DI BRINDISI La settimana dal 27 maggio al 3 giugno ha visto l'inserimento di 91 annunci di lavoro per 201 figure professionali nell’ambito territoriale di Brindisi, ...
lunedì 27 maggio 2024
Pubblichiamo le dichiarazioni di Fabiano Amati “Ho chiesto oggi alla ASL BR, al Nucleo ispettivo regionale (NIRS) e all’assessorato regionale alla Salute, un’ispezione presso il presidio di riabilitazione San Raffaele di ...