Francavilla Fontana: verso l'avvio dei lavori nella ex Piazza Coperta
Friday, February 17, 2023
 

Tutto pronto per l’avvio del cantiere per il recupero, il restauro e la valorizzazione dell’ex Piazza Coperta, uno dei luoghi simbolo della Città che da decenni versa in uno stato di profondo degrado ed abbandono.

 

Nelle scorse ore il Sindaco Antonello Denuzzo, i tecnici comunali e i progettisti hanno incontrato l’impresa che si è aggiudicata i lavori del primo lotto di interventi.

 

Nei prossimi giorni – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – partiranno i lavori per il recupero della ex Piazza Coperta. L’avvio di questo cantiere ha richiesto un lungo lavoro di programmazione che ha coinvolto tecnici comunali, in particolare il Dirigente Arch. Luigi Resta e il Geom. Vincenzo Cavallo che ringrazio particolarmente per la dedizione, la Soprintendenza, l’Autorità di Bacino e i progettisti dell’intervento. Un risultato frutto del lavoro di squadra che ci consentirà di restituire alla Città un monumento prezioso che tornerà a vivere riconquistandosi la centralità nella vita culturale, economica e sociale di Francavilla Fontana.

 

Il primo lotto, che prevede un investimento di 800 mila euro, consentirà il recupero delle facciate con il restauro degli elementi di pregio e l’eliminazione dei cavi pendenti, il consolidamento delle strutture a volta presenti nell’ipogeo, dei solai e delle murature.

 

Questi interventi – prosegue il Sindaco Antonello Denuzzo – sono il primo passo per la rinascita della struttura. Grazie ad un ulteriore finanziamento da 3,3 milioni di euro che abbiamo ottenuto possiamo avviare le fasi successive che trasformeranno un luogo che sino a 5 anni fa si presentava come una discarica a cielo aperto in uno spazio rigenerato, accogliente e capace di valorizzare anche il nostro patrimonio immateriale.

 

Le buone notizie per la ex Piazza Coperta non si esauriscono qui.

 

Nei giorni scorsi la Soprintendenza ha espresso il proprio parere positivo sul progetto complessivo che riguarda l’intero immobile e per il quale l’Amministrazione Comunale ha ottenuto un finanziamento di 3,3 milioni di euro dal Ministero degli Interni. Grazie a questo via libera è partita la redazione della progettazione definitiva che delineerà il futuro della struttura.

 

L’idea è proporre una fusione tra antichità, rappresentata dall’area archeologica al centro della struttura, e contemporaneità, incarnata dal più moderno mercato che qui era ospitato. Nell’immobile sarà realizzata una piazza scoperta con al centro il frantoio ipogeo, mentre lungo l’intero perimetro sarà ripristinato il porticato da cui si potrà accedere nei diversi ambienti interni recuperati. Questi spazi saranno occupati da attività commerciali, artigianali e di servizi che faranno rivivere lo spirito del mercato inteso non solo come luogo per l’acquisto, ma come centro della socialità.

 

La nostra proposta, condivisa dalla Soprintendenza, è mantenere inalterato il senso della piazza in una prospettiva che valorizza le testimonianze del passato, a cominciare dal frantoio ipogeo. L’intervento – conclude il Sindaco Denuzzo – si inserisce in una prospettiva più ampia avviata con il restauro della Torre Civica e che passa dal ripristino del basolato di via Roma, dalla valorizzazione delle Porte della Croce e del Carmine per spingersi sino al recupero di Palazzo del Sedile.

 

Dopo il via libera al progetto complessivo, sono stati avviati i lavori sul progetto definitivo. Nelle previsioni ci sarà una continuità tra i due lotti di intervento per accelerare il più possibile la consegna dell’opera alla cittadinanza.