Fim Cisl: "Sindacato in crescita nonostante le difficoltà delle vertenze in atto"
martedì 20 dicembre 2022
 A Brindisi, presso la sala “Angelo Landella” della Ust Cisl Taranto Brindisi  di via Palmiro Togliatti, si è tenuta una giornata di confronto per i  componenti del Consiglio generale della Fim Cisl Taranto Brindisi che, insieme alla segreteria territoriale formata da Michele Tamburrano (segretario generale), Biagio Prisciano (segretario generale aggiunto), Pietro Cantoro (componente di segreteria), al segretario generale della Fim Cisl Puglia Gianfranco Gasbarro, al segretario territoriale della Ust Cisl Taranto Brindisi Antonio Baldassarre e al segretario nazionale Fim Cisl Valerio D’Alò, hanno fatto il punto sui problemi della metalmeccanica presenti in questo ampio territorio.

Una Fim Cisl che, nonostante le difficoltà vertenziali presenti nella macro area ionico-adriatica, è in salute, con una crescita importante, in termini di rappresentanza, registrata nell’ultimo anno; il primo post pandemia.  Metalmeccanici della Cisl che, specie nel territorio di Brindisi, sono riusciti a governare il turnover. (Nel video in basso, le dichiarazioni del segretario nazionale della Fim Cisl, Valerio D'Alò)

Per quanto riguarda le problematiche aziendali quello che più preoccupa è la vertenza Gruppo Dema Dar (per il territorio di Brindisi) che mette a rischio il futuro occupazionale di circa 170 lavoratori, in aggiunta agli 80 posti di lavoro già precedentemente persi legati alla Dcm. Per quanto concerne il mondo degli appalti la Fim è particolarmente attenta: Su Brindisi si punta ad un patto territoriale al fine di perdere meno posti nel cambio appalto.

Per quanto riguarda Taranto, riflettori puntati sulla madre di tutte le vertenze: Acciaierie D’Italia ex Ilva, che sia all’interno sia fuori del suo perimetro sta mettendo a dura prova la pazienza dei lavoratori e delle imprese dell’appalto-indotto.  Su questo argomento, Valerio D’Alò, nelle conclusioni ha fatto luce sulla tanto sventolata nazionalizzazione, spiegando che purtroppo questa passerebbe per diventare un altro fallimento e farebbe uscire in ginocchio le varie aziende.  Come grandi gruppi, per quanto riguarda Leonardo è importante l’aver superato il momento di criticità della cassa integrazione. La Fim vigilerà nel passaggio da divisione elettronica dallo stabilimento di Taranto e di Grottaglie.

venerdì 21 giugno 2024
BRINDISI - Lunedì alle ore 18:30, presso la sede dell’Associazione in Via Pordenone 8 a Brindisi, si terrà un incontro di notevole rilevanza sociale nell’ambito del podcast “Caffè tra Amici”. Il ...
venerdì 21 giugno 2024
BRINDISI - Kellanova, precedentemente nota come Kellogg Company e azienda proprietaria del brand Kellogg’s, è lieta di annunciare l’inaugurazione del nuovo playground situato all’interno del Parco Maniglio, nel ...
venerdì 21 giugno 2024
MESAGNE  -  Si preannuncia «caldo» di prenotazioni il primo fine settimana di giugno, successivo al vertice fra i Grandi della Terra in Puglia. La mostra «G7, Sette secoli di arte italiana», allestita ...
venerdì 21 giugno 2024
 SAN MICHELE SALENTINO - Nella zona 167 di San Michele Salentino, in un’area verde urbanisticamente dedicata alla socialità e a pochi metri da una palestra a cielo aperto, martedì 25 giugno alle ore 11:00, si ...
venerdì 21 giugno 2024
UIL BRINDISI - "Concluso il G7 in Terra di Brindisi, con i complimenti di tutti verso tutti per la buona riuscita, ritorna la vita ordinaria brindisina condita di schermaglie e discussioni di potere del tutto lontane dalle esigenze e dalle ...