INPS: Bonus 150 euro – domande fino al 31 gennaio 2023
venerdì 16 dicembre 2022
 L’INPS informa che è attiva, sul sito INPS, la procedura telematica per richiedere l’indennità una tantum prevista dall’articolo 19, decreto Aiuti ter (decreto-legge 144/2022).

Possono presentare la domanda i collaboratori coordinati e continuativi, gli assegnisti di ricerca, i dottorandi con borsa di studio, i lavoratori stagionali, gli intermittenti e i lavoratori dello spettacolo, in possesso dei requisiti indicati nella circolare n. 127 del 16 novembre 2022.

Per beneficiare della prestazione, per un importo pari a 150 euro, i richiedenti devono avere percepito un reddito complessivo lordo non superiore a 20.000 euro nel periodo d’imposta 2021.

Per quanto riguarda stagionali e intermittenti, la domanda va presentata laddove tali lavoratori non abbiano già percepito, dal datore di lavoro, l’indennità nel mese di novembre 2022, ove spettante.

 

COME PRESENTARE LA DOMANDA

È possibile trasmettere la domanda tramite il servizio online Indennità una tantum 150 euro – Domanda, accessibile anche tramite il Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche. Una volta autenticati con le proprie credenziali, sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda fra quelle indicate.

In alternativa al servizio online, l’indennità può essere richiesta tramite i patronati o il Contact center, telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori).

Le domande possono essere presentate entro il 31 gennaio 2023.

Inizio modulo

Non posso presentare la domanda, invece, i percettori di reddito di cittadinanza, i pensionati, i titolari di prestazioni di invalidità, i titolari di Naspi, Dis-Coll e disoccupazione agricola. A questi si aggiungono i lavoratori dipendenti che dovranno presentare un’autocertificazione. 

Per poter acquisire il bonus 150 euro è obbligatorio avere percepito un reddito complessivo lordo non superiore a 20 mila euro nel periodo d’imposta 2021. E' opportuno precisare che i lavoratori stagionali e intermittenti, laddove consentito, possono presentare la domanda solo se non hanno già percepito l’indennità nel mese di novembre 2022. 

La domanda è inviabile dal portale online "Indennità una tantum 150 euro – Domanda". Una volta autenticate le proprie credenziali, sarà necessario selezionare la categoria di appartenenza per la quale si intende presentare domanda fra quelle indicate
Le informazioni necessarie possono essere richieste ai patronati o telefonando al numero verde 803.164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06.164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori). 

martedì 28 maggio 2024
IL COMUNICATO DELLA ASL DI BRINDISI CON I RINGRAZIAMENTI DEL DIRETTORE GENERALE, MAURIZIO DE NUCCIO:"Senza la generosità dei singoli l’intero e complesso sistema dei trapianti non può funzionare. Irene lo aveva compreso ...
martedì 28 maggio 2024
BRINDISI - Il comune ha indetto un bando per l’affidamento dell’appalto relativo allo svolgimento di attività di mobilità in sharing free floating con monopattini elettrici sul territorio del Comune di Brindisi. ...
martedì 28 maggio 2024
L’A.p.s. Brindisi e le Antiche Strade, nell’ambito delle attività dell’ Accademia degli Erranti , programma “Riusa Brindisi – Case di Quartiere”, propone un nuovo appuntamento della rassegna ...
martedì 28 maggio 2024
MESAGNE - La Giornata Cittadina della Legalità 2024 di mercoledì 29 maggio, inserita nel programma “Germogli di Legalità, condividiamo rispetto”,promosso dall’amministrazione comunale con le scuole e ...
martedì 28 maggio 2024
Si è svolto, a Fiuggi il Direttivo Nazionale della FIALC CISAL. Alla presenza della segreteria generale, presieduta da Giuseppe Graniti e dei vice segretari nazionali nonché delegati di macro zona (Settentrione – ...