Atti di violenza a Francavilla Fontana: emessi tre divieti di avvicinamento.
lunedì 28 novembre 2022
 Afrancavilla si parla ancora di violenza, ma questa volta la notizie è di un provvedimento di divieto di avvicinamento notificato dai carabinieri a tre ragazzi, già denunciati per una brutale aggressione a due fratelli di Francavilla Fontana: il 35enne A. D. C. e il 21enne G.D.C.

Un 18enne, un 23enne e un 24enne, tutti e tre di Francavilla Fontana, non potranno avvicinarsi ad meno di 300 metri di distanza dai ragazzi aggrediti e non potranno in alcun modo comunicare con gli stessi.
Il primo era un tesserato del settore giovanile della stessa società, il Ceglie Calcio, in cui A.D.C militava in prima squadra, prendendo parte al campionato regionale di Promozione.

Il 35enne venne aggredito brutalmente davanti casa, la sera di mercoledì 3 Novembre, mentre rincasava da un allenamento; Almeno cinque individui lo colpirono con calci e pugni, fino a lasciarlo riverso per terra; venne picchiato anche il fratello, 21enne, G.D.C., intervenuto in difesa del fratello.

Il 35enne, ebbe la peggio con un trauma cranico facciale non commotivo con ematoma all’occhio sinistro, un trauma toracico con infrazione di una costola e un trauma contusivo all’anca destra, con prognosi di 30 giorni.

Così il 35enne sporse denuncia ai carabinieri di Francavilla Fontana, parlando anche della lite che ebbe negli spogliatoi con il calciatore 18enne che ha poi portato all’aggressione.

I due fratelli sono assistiti dall’avvocato Domenico Attanasi.

Dopo le indagini i carabinieri hanno notificato l’atto che dispone il divieto di avvicinarsi alle persone offese e ai luoghi dalle stesse abitualmente frequentati, mantenendo una distanza non inferiore a 300 metri dalle stesse ( anche se si incontrassero occasionalmente per strada) , ed inoltre con divieto assoluto di comunicare in qualsiasi modo.