Sul palco del Teatro Tex arrivano Simone Cristicchi; Radicanto; Tullio Solenghi & Nidi Ensemble; Fabio Troiano; Mimmo Mancini e Paolo De Vita e infine Sara Bevilacqua.
giovedì 10 novembre 2022
 

SAN VITO DEI NORMANNI - Per il secondo anno consecutivo il teatro TEX creato all’interno del laboratorio urbano ExFadda si appresta ad ospitare la stagione teatrale del Comune di San Vito dei Normanni in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Una stagione che, al pari di quella dello scorso anno, si appresta ad avvicinare il teatro alla cittadinanza con l’idea che il teatro è per tutti, adulti e bambini. 


La stagione 2022/2023 è composta da sei titoli, variegati, in grado di avvicinare i cittadini al teatro, attirarli e parlare contemporaneamente a pubblici diversi, anche nell’ottica di una comunità che torna sempre di più ad appropriarsi di uno spazio di confronto e spettacolo che per troppo tempo è mancato alla città. Gli abbonamenti saranno messi in vendita e al botteghino del teatro dal lunedì al sabato  dalle 9.30 alle 12.30 a partire dal 10 Novembre, fino al 24 Novembre, giorno del primo spettacolo. I biglietti saranno messi in vendita on line e nei punti vendita Vivaticket e al botteghino del teatro dal 21 Novembre.

 

“Brecht diceva: ‘il teatro non può cambiare il mondo, ma può cambiare gli spettatori e questi, possono cambiare il mondo’. Il teatro è da sempre luogo d'incontro, di aggregazione,  di scambio di idee. Il teatro è cultura e crescita, una delle forme più belle di comunicazione. L'obiettivo della nostra amministrazione è riportare il teatro ai Sanvitesi, rimasti per troppo tempo a digiuno di cultura teatrale - spiegano la sindaca di San Vito Silvana Errico e l’assessora alla Cultura del Comune Alessandra Pennella -. Anche quest'anno abbiamo organizzato una ricca stagione teatrale che coinvolgerà la nostra città, riconfermando la collaborazione con il TPP e con il Teatro Tex, all'interno del laboratorio urbano ExFadda che, come ha già fatto l'anno scorso, ospiterà la rassegna teatrale. Riappropriamoci delle nostre emozioni, della capacità di ridere, piangere, farci domande, divertirci, arricchire il nostro personale bagaglio culturale e nel contempo, a piccoli passi, quello della comunità intera”.

 

“Il Teatro Pubblico Pugliese con grande orgoglio ha lavorato già lo scorso anno con l’amministrazione di San Vito dei Normanni in occasione della riapertura del TEX - commenta il presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe D’Urso -. Proseguire quest’anno su quella scia ci rende più consapevoli anche dei gusti e delle aspettative del pubblico che si sta risvegliando dal torpore avvicinandosi al mondo dello spettacolo dal vivo. Per questo con i nostri uffici, insieme all’amministrazione comunale, abbiamo scelto di costruire una stagione importante, che porterà a San Vito nomi importanti del panorama teatrale italiano, con l’intento di garantire sì momenti di svago ma anche strumenti e argomenti di riflessione al pubblico che deciderà di partecipare”.

 

Il primo a salire sul palco del Tex il prossimo 24 novembre sarà Simone Cristicchi con “Alla ricerca della felicità” che, attraverso la filosofia, la meditazione e la fede, ci parla della bellezza, della vitalità, del tempo, del senso di appartenenza e di comunità, di musica e di storie. Un percorso in sette parole chiave - attenzione, lentezza, umiltà, cambiamento, memoria, talento, noi - in cui trovano spazio canzoni, aneddoti, racconti e interviste, che ci accompagna nella sorprendente scoperta del senso profondo di questa ricerca per ciascuno di noi.

 

La stagione prosegue il 20 gennaio con i Radicanto e il loro “Trapunto di stelle” omaggio a Domenico Modugno, un concerto che intende contestualizzare l’arte di Domenico Modugno restituendola alla sua terra di provenienza.

 

Il 4 febbraio a salire sul palco ci saranno invece Tullio Solenghi & Nidi Ensemble con “Dio è morto. E neanche io mi sento tanto bene” in cui Tullio Solenghi diletta il pubblico con la lettura di alcuni esilaranti brani tratti dai libri di Woody Allen, coniugandoli con le musiche che hanno caratterizzato i suoi film più significativi, eseguite dal maestro Alessandro Nidi e dal suo Ensemble.

 

Sempre a febbraio, il 23, arriva Fabio Troiano in “Il Dio bambino” per la regia di Giorgio Gallione: un monologo che prosegue e approfondisce il particolarissimo percorso teatrale del Gaber di quegli anni.

 

Il 30 marzo ci saranno invece Mimmo Mancini e Paolo De Vita con “Vi faremo sapere” (regia di Manrico Gammarota). Nello spettacolo si parla di “unione” in un'estensione più universale, eleggendo a simbolo i Fratelli Capitoni, single e precari a vita, che con la loro ironia e poesia e le apparenti ingenue trovate, tra una risata e l’altra, scavano nel profondo dei sentimenti più comuni che appartengono proprio a tutti, ricchi o poveri, colti o ignoranti, e non si ossidano mai nel tempo.

 

La stagione si chiude il 23 maggio con Sara Bevilacqua con il suo “La stanza di Agnese”, nuova produzione dedicata al giudice Paolo Borsellino, nel trentennale della sua tragica scomparsa nella strage di via D’Amelio. Più che un monologo, un dialogo incessante tra lei e Paolo, che continua tra le pieghe dei ricordi, con toni di tenerezza quando si tratta dei propri figli e di indignazione nei confronti dei traditori dello Stato.



Il Comune di San Vito ed il TEX tornano infine ad ospitare giovani coreografi emergenti del panorama italiano, in una residenza creativa che si svolgerà nella prossima primavera all’interno dello stesso TEX. Infatti, come per la scorsa stagione, la città di San Vito sarà uno dei comuni coinvolti dal TPP nel progetto ResiDance XL, azione del Network Anticorpi XL, rete italiana per la promozione e sostegno alla giovane danza d’autore alla quale il TPP aderisce dalla sua fondazione. Al termine della residenza creativa, l’artista o gli artisti selezionati per la tappa di San Vito, ne condivideranno gli esiti con il pubblico attraverso una restituzione finale del lavoro fin lì realizzato.

Le artiste e gli artisti italiani individuati per l’edizione 2023 di ResiDance XL saranno selezionati e resi noti entro il prossimo dicembre.