Ex Parco Bove protestano per le condizioni delle nuove case.
venerdì 14 ottobre 2022
Protesta presso il Comune di Brindisi degli inquilini, già residenti nelle baracche di Parco Bove, delle nuove case su via Torretta, al quartiere Paradiso, nella nuovissima piazza Sandro Pertini.

Sono 50 le famiglie che furono inserite nel bando della Regione Puglia per motivi “di fragilità”.

Ma pare che questi alloggi abbiano dei seri problemi, per questo una delegazione di inquilini sta manifestando lo stato pessimo in cui si trovano gli appartamenti.

Impianto riscaldamento inadeguato, lesioni importanti, calcinacci e umido insostenibile.

Le 50 famiglie vorrebbero incontrare il Sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi , gli Assessori e dirigenti competenti  per spiegare loro  la situazione nella speranza di trovare una soluzione per gli ingenti problemi strutturali che hanno trovato.

lunedì 22 luglio 2024
Comunicato della  Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica In data odierna il TAR ha accolto l’istanza proposta dalla scrivente per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della deliberazione n. 1552 ...
lunedì 22 luglio 2024
OSTUNI - La Terrazza Sulla Rupe è lieta di annunciare un evento imperdibile per tutti gli amanti della musica italiana. Giovedì, 8 agosto alle ore 21:00, la splendida location incastonata nella Città Bianca ...
lunedì 22 luglio 2024
Nei giorni scorsi, l’assessore regionale all’Agricoltura, Donato Pentassuglia, insieme al direttore del Dipartimento Agricoltura, Gianluca Nardone, e al dirigente dell’Osservatorio Fitosanitario, Salvatore Infantino, ha ...
lunedì 22 luglio 2024
Fasano - Si è svolta questa mattina a Palazzo di Città la Conferenza dei Servizi decisoria per l’approvazione definitiva del Piano sociale di Zona 2022-2024 del “Consorzio per l’Integrazione e ...
lunedì 22 luglio 2024
  Nella giornata odierna, nell’ambito delle indagini coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia del Tribunale di Lecce, la Squadra Mobile di Brindisi e la S.I.S.C.O. di Lecce, hanno dato esecuzione all’ordinanza di ...