Vertenza Dema, Fim Cisl:” delusi dall’illustrazione aziendale".
giovedì 13 ottobre 2022


All’uscita della riunione al Ministero dello sviluppo economico, tenutasi ieri a Roma, il Segretario generale della Fim Cisl Michele Tamburrano dichiara:

"L’azienda si è limitata ad effettuare una disamina sul percorso intrapreso negli ultimi cinque anni, che ha visto circa 190 milioni di perdite.

Come sindacato abbiamo sempre denunciato le inadeguatezze del management che si susseguiva al comando.

L’aver evidenziato come influisce il costo del personale sui bilanci continuamente in perdita sa più di provocazione che non di approccio consapevole al problema. Non è stata spesa alcuna parola sulle decine di milioni di euro utilizzati in consulenti e dirigenti, che nulla hanno prodotto di positivo. Non una sola commessa in più degna di tal nome".

Amareggiato anche l’operatore territoriale della Fim Cisl Taranto Brindisi Celestino Bruni, che ha ribadito l’esigenza di creare le giuste condizioni affinché si possa tornare al tavolo per parlare di contenuti.

Anche Celestino Bruni, operatore di Fim Cisl Brindisi-Taranto ha ribadito l’esigenza di atti concreti.

Queste le sue parole: "Non siamo disposti ad un confronto che ha come punto di partenza i costi del personale. Serve subito una dichiarazione formale dell’azienda in cui dimostra un serio impegno a costruire un percorso industriale fatto di investimenti, commesse e lavoro.
Solo così possiamo costruire un percorso alla pari e costruttivo per un rilancio.
Siamo aperti al confronto per trovare la soluzione utile ad uscire dalla crisi, ma l’uscita deve essere fatta tutti assieme.
Condanniamo fermamente questo atteggiamento che l'azienda continua ad avete ".

Durante le due ore di riunione non sono mancati i momenti di tensione .