MACINA: "CLUSTER PORTUALI DA' OCCUPAZIONE A DUEMILA LAVORATORI DIRETTI, BASTA SUPERFICIALITA' DI ALCUNE ISTITUZIONI. REINDUSTRIALIZZAZIONE E FORMAZIONE PER RILANCIARE IL PORTO"
martedì 20 settembre 2022
Lo sviluppo della portualità è un tema su cui mi sono da subito impegnata da parlamentare, consapevole del fatto che il porto di Brindisi sia per la città una risorsa da valorizzare. Più volte ho incontrato gli operatori portuali, non solo in questo periodo di campagna elettorale.

In molti, comprese alcune istituzioni, si pongono con un’incredibile superficialità rispetto ad un cluster di operatori che dà occupazione a duemila lavoratori diretti, senza considerare l’indotto.

Numeri che rendono tale settore, assieme al comparto industriale, la spina dorsale dell’economia locale: non c’è porto senza retroporto e quindi senza industria. Questo concetto mi è sempre stato ben presente e dovrebbero tenerlo a mente tanti altri.

L’impegno per agevolare la realizzazione di opere infrastrutturali strategiche e contrastare la visione miope di alcune istituzioni non è mai mancato né mai mancherà. Mi sono spesso interfacciata con gli uffici ministeriali per snellire i tempi burocratici.

Lo scoramento degli operatori portuali, costretti a reinventarsi continuamente o addirittura a portare investimenti e know-how in altri porti, è il termometro della gravità della situazione che vive la città e dovrebbe spingere i rappresentanti politici ad una seria riflessione sul futuro che attende questo territorio, anche alla luce degli impatti occupazionali negativi che genererà l’imminente decarbonizzazione. Un problema che dovrà essere contrastato attraverso una seria politica di reindustrializzazione ma anche mediante più accurati strumenti di formazione.

Uno di questi è il Myc, da me fortemente voluto in questa città, che trasformerà Brindisi in un hub per l’economia del mare ed il turismo grazie ad un corposo ed articolato progetto che prevede ingenti stanziamenti di fondi. Anche attraverso la formazione di figure professionali richieste da questo territorio si potranno rafforzare la vocazione imprenditoriale e le competenze degli under 35 recuperando i neet (inoccupati che non studiano) ed inserendoli nel mondo del lavoro.

L'obiettivo è quello di incrociare la richiesta di figure professionali che viene dall'economia del territorio con la formazione ad hoc.

Tutto ciò ha rappresentato e rappresenterà il mio impegno concreto e costante per il territorio.

Anna Macina
 
sabato 20 luglio 2024
Una bella iniziativa tra tanti sorrisi e gioia di partecipare in nome della salvaguardia dell'ambiente e dell'inclusione di persone diversamente abili. Un ottimo risultato per il service “Ripuliamo il mare dalla plastica, nessuno ...
sabato 20 luglio 2024
Riceviamo e pubblichiamo nota del "Comitato liberi cittadini"    Centinaia e centinaia di ulivi monumentali sono stati distrutti nel Parco degli Ulivi monumentali di Serranova, ma non da incendi o altri eventi naturali, ma ...
sabato 20 luglio 2024
Una donna di 33 anni è in condizioni critiche a seguito di un incidente avvenuto oggi intorno alle 12:40 a Jaddico. La conducente, che era al volante di una Peugeot 3008 diretta verso Bari, ha perso il controllo del veicolo mentre ...
sabato 20 luglio 2024
OSTUNI - Questa sera, sabato 20 luglio, nella suggestiva Villa comunale di Ostuni prenderà vita il tanto atteso concerto di Fernando Parisi. L'artista, si esibirà insieme alla sua band composta da musicisti di grande talento: ...
sabato 20 luglio 2024
UGL SALUTE DI BRINDISI - In un incontro cruciale tra la UGL Salute di Brindisi e l'Amministratore Unico di Sanitaservice, si sono discussi temi di grande importanza per i lavoratori del settore. Alessandro Galizia, Segretario Provinciale ...