Taranto 2026, Fasano protagonista dei Giochi del Mediterraneo
martedì 30 agosto 2022
Fasano protagonista dei Giochi del Mediterraneo 2026. Insieme ad altri 18 Comuni della Puglia la nostra città affiancherà Taranto nell’attesissimo evento, ospitando, nel nuovo palazzetto dello sport in fase di completamento, gli allenamenti e le gare internazionali di pallamano.

Fasano ha aderito all’invito del comitato organizzatore dei Giochi a firma del sindaco Rinaldo Melucci. Le altre città coinvolte, sono Lecce, che metterà a disposizione stadio e palasport mentre Brindisi, Conversano, Ginosa, Grottaglie, Martina Franca, Massafra, Mottola, Conversano, Castellaneta, Leporano, Montemesola, Pulsano, San Giorgio Jonico e Avetrana, metteranno a disposizione i propri palasport; Statte e Laterza concederanno le loro piste di atletica leggera, Crispiano realizzerà l'impianto di tiro con l'arco e Torricella adeguerà il proprio impianto di tiro a volo.

Non è la prima volta che i Giochi del Mediterraneo fanno tappa anche a Fasano. Nell’edizione di Bari 1997 Fasano ospitò le gare di tiro a volo e le partite di pallamano, ma nel 2026 a disposizione dell’evento ci sarà una struttura all’avanguardia, l’impianto più moderno tra quelli presenti in Puglia, il più nuovo e uno tra i più grandi, con 2mila posti a sedere.

I Giochi saranno una grande festa di sport e una opportunità preziosa di crescita collettiva del territorio e di promozione delle bellezze di Fasano attraverso la vetrina internazionale che Taranto 2026 offrirà. Un evento di grande valore sportivo e turistico che sarà organizzato con il supporto di tutte le società sportive, le attività produttive, le realtà turistiche di Fasano.

Il palazzetto dello sport di Fasano è il primo della storia della città, atteso da oltre 40 anni e ha un costo complessivo di quasi 5 milioni di euro di cui 2 milioni ottenuti con il bando Sport e Periferie 2018 (Fasano si piazzò prima in graduatoria grazie anche ai risultati ottenuti dalla squadra di pallamano), 1 milione di fondi regionali e poco meno di 2 milioni di risorse comunali.

L’adesione a Taranto 2026 consentirà di completare la viabilità intorno al palazzetto con la realizzazione di altre infrastrutture che renderanno tutta l’area del palasport funzionale e moderna.