Nuove tariffe Stp. L'Agorà della Sinistra: Riteniamo che l'aumento dei prezzi renda poco appetibile un servizio di per sé poco funzionale alla comunità.
mercoledì 25 maggio 2022
Mentre in Germania si introduce il biglietto mensile a soli €9 per venire incontro alle famiglie che combattono con il rincaro dei carburanti, la Regione Puglia, con la delibera n. 553 del 20 aprile, aumenta le tariffe dei trasporti urbani e interurbani.

Nonostante le aziende di trasporti abbiano avuto un sostegno economico per compensare le perdite avute durante il periodo di pandemia, come riporta la CISL, si legge nel documento “Determinare il prezzo minimo del biglietto di corsa semplice dei servizi urbani in €1,00 per i Comuni non capoluogo di Provincia e in € 1,10 per i Comuni capoluogo di Provincia”, mentre il trasporto extraurbano applicherà la tariffazione chilometrica di circa 7 centesimi/km.

La Società Trasporti Pubblici, STP, che offre il suo servizio a Brindisi, sulla stampa dichiara che applicherà le tariffe minime. Riteniamo che l'aumento dei prezzi renda poco appetibile un servizio di per sé poco funzionale alla comunità.

Facciamo un esempio: se una famiglia di 4 persone volesse recarsi in centro con i mezzi pubblici supponiamo dal rione Casale, considerando la nuova tariffa di €1,10, avrebbe un costo, tra andata e ritorno di €8,80 e un tempo netto di percorrenza di circa 40 minuti solo andata.

Il servizio STP offre anche un biglietto da €1,20 con validità 75’. Quanti ne sono a conoscenza? Sicuramente non comodo per una passeggiata in centro con la famiglia ma sicuramente più vantaggioso per attraversare la città se si avesse bisogno di cambiare autobus.

Noi dell’Agorà ci auguriamo per Brindisi, e per una svolta sempre più Green, un aumento di utilizzo dei mezzi pubblici da parte dei nostri concittadini e una società di trasporti, capace di venire incontro alle esigenze della città con:

- maggiori investimenti in comunicazione da parte della STP, a sostegno dell’utilizzo dei mezzi e dei servizi offerti;

- l’auspicio del rinnovo di tutto il parco mezzi con bus elettrici (a basso impatto);
- fermate dell’autobus con dettagli dei percorsi, delle fermate, tempi di percorrenza e interscambi;
- aumentare il numero delle fermate con pensiline che possano ombreggiare gli utenti durante l’attesa;
- in attesa ed in prospettiva della realizzazione del collegamento “shuttle” (metrobus), il potenziamento della tratta da e per l’aeroporto con autobus che effettuano corse in concomitanza delle partenze e arrivi dei voli, con copertura della tratta anche dopo le ore 00:00 e prima delle 6:00;
- rendere più appetibile il costo degli abbonamenti annuali (l'ordinario ammonta a
 €350,00);
- minimizzare l’evasione dei titoli di viaggio rinforzando i controlli;
- un servizio di customercare efficiente.

Riteniamo inoltre che per una città di dimensione ridotte come lo è Brindisi, il RadioBus, servizio on demand con percorsi calcolati in base all’effettiva richiesta dell’utenza, potrebbe essere una soluzione funzionale e a basso impatto soprattutto negli orari di scarsa affluenza.

Agorà della Sinistra - Brindisi