Fasano. Partono le attività della Consulta Turismo
venerdì 1 aprile 2022
Sono Valerio Palasciano e Leonardo Zizzi i coordinatori della Consulta del Turismo, il nuovo organismo fortemente voluto dall’amministrazione per creare un raccordo costante tra istituzioni e realtà pubbliche e private operanti nel settore e che sia concreto strumento di partecipazione attiva.

Le attività della Consulta partiranno ufficialmente martedì 5 aprile (alle 15, sala consiliare) con la prima seduta. All’ordine del giorno: la presentazione delle linee programmatiche dell’assessore al Turismo, ma anche le attività di placebranding della destinazione turistica del progetto Take it slow, il servizio di gestione dei punti di informazione e accoglienza-infopoint di Fasano centro e delle marine, l’iniziativa job day in collaborazione con l’Istituto Superiore per l’Industria dell’Ospitalità e del Turismo, l’incremento della pedonalità a Selva di Fasano mediante la creazione di percorsi pedonali.

I due coordinatori sono stati individuati dal sindaco Francesco Zaccaria e dall’assessore al Turismo Pier Francesco Palmariggi tra figure di comprovata esperienza e professionalità nel settore.

Valerio Palasciano, anni 31, è attualmente consulente tecnico per progetti europei di cooperazione internazionale della sezione Turismo e Cultura della Regione Puglia (dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio).

Leonardo Zizzi, anni 59, manager nella gestione di impianti, organizzazioni ed eventi sportivi. È inoltre docente e formatore su diversi argomenti nell’area sport management e organizzazione aziendale in università, aziende, scuola dello sport del Coni, federazioni sportive nazionali ed enti di promozioni sportive.

Nella Consulta, al momento, ci sono 26 enti aderenti: associazione 2binFasano, associazione Orbita, associazione regionale Terranostra di Puglia-Coldiretti, Borgo San Marco, Canne Bianche, Confcommercio Brindisi- Sezione Commercio, Confcommercio Brindisi- Sezione Pubblici esercizi, Confcommercio Brindisi- Complessi turistico-ricettivi area camping e operatori balneari, Confesercenti Brindisi, Egnazia tour, Federazione provinciale Coldirettti Brindisi, Federalberghi Brindisi, Fondazione San Domenico, Hotel La Sorgente, Hotel Miramonti, Hotel Gran Serena, B&B Capricella / Villa Tonia / Masseria Alchimia / Masseria Carbonelli / Masseria e Dimora Maccarone / Masseria Pelosella / Masseria Lama D’Impisa, Masseria San Domenico, Masseria Torre Maizza, Masseria Brigantino/ Masseria Torrelonga/ Masseria Stefanodelconte, Parco Dune Costiere, Zoosafari / Park hotel Sant’Elia, soc. cooperativa Serapia, Tenuta Monacelle, Terme di Torre Canne, Its per Industria dell’Ospitalità e del Turismo.

«Diamo inizio ai lavori della Consulta – dice l’assessore Pier Francesco Palmariggi –, tutti gli attori principali dell’industria turistica seduti allo stesso tavolo per progettare assieme all’amministrazione politiche efficaci di promozione e valorizzazione. Vogliamo fondare su questo nuovo organismo la costruzione del “sistema Fasano”: un prodotto turistico dotato di tutti gli strumenti necessari, in grado di rispondere alle esigenze di imprese, cittadini e viaggiatori. Stabiliremo assieme le priorità e pianificheremo ogni intervento facendo rete e gioco di squadra, attraverso un approccio pratico e innovativo».

Compiti della Consulta. La Consulta avrà il ruolo di proporre all’amministrazione iniziative di promozione turistica, collaborando all’attuazione delle stesse; farsi portavoce di idee, esperienze e istanze provenienti dagli operatori economici del settore; avvalersi delle competenze di tecnici e amministratori pubblici, nonché esperti del settore, al fine di consultarli su specifici argomenti; collaborare con tutte le forze interessate e con tutte le organizzazioni e/o singoli interlocutori in grado di apportare contributi specialistici ed organizzativi; presenziare allo svolgimento di iniziative nell’ambito del turismo; effettuare sopralluoghi negli attrattori turistici per rafforzare la rete pubblico-privata; promuovere l'organizzazione di specifiche manifestazioni, dibattiti, incontri, allo scopo di valorizzare il turismo e la cultura dell’accoglienza; istituire gruppi di lavoro o commissioni tematiche; individuare e proporre all'amministrazione lo stanziamento di risorse da destinare al finanziamento di iniziative per la promozione turistica, per la riqualificazione dell’offerta culturale e turistica, per la realizzazione e il potenziamento di servizi per il turismo e per interventi a tutela e valorizzazione del patrimonio paesaggistico, culturale, ambientale, enogastronomico e delle tipicità agroalimentari.

Composizione. La Consulta è composta da rappresentanti delle associazioni di categoria e cooperative operanti sul territorio nell’ambito del turismo (ospitalità, servizi, commercio, fruizione e conoscenza del territorio); rappresentanti dei maggiori attrattori d’interesse turistico del territorio: patrimonio archeologico, patrimonio storico-artistico, parchi naturalistici; rappresentanti di imprese titolari di strutture ricettive con disponibilità superiore a 50 posti letto o di gruppi di strutture ricettive della medesima proprietà con disponibilità superiore a 50 posti letto o raggruppamenti micro-territoriali di strutture alberghiere o extra-alberghiere con capienza totale superiore a 50 posti letto; il segretario.

Come partecipare. Gli stakeholder pubblici e privati, e quindi le associazioni di categoria, gli operatori economici e i rappresentanti dei maggiori attrattori d’interesse turistico del territorio, per partecipare alla Consulta del Turismo, devono svolgere attività che dimostrino il coinvolgimento attivo nella filiera turistica. Gli stakeholder sono tenuti a far pervenire domanda di partecipazione all’ufficio Turismo del Comune di Fasano, secondo il modello predisposto dall’Ente.