Tavolo territoriale sulla crisi nella provincia di Brindisi. Riunione della Conferenza Provinciale permanente
martedì 22 febbraio 2022
Realizzare una rete di collaborazione tra istituzioni e parti sociali, per intercettare tutte le opportunità che attualmente possono essere messe in campo, grazie ai Fondi del PNRR, del CIS ed UE per il rilancio industriale del capoluogo e della provincia dopo la crisi sanitaria e per far fronte alla sempre maggiore crisi occupazionale che si registra in alcuni comparti un tempo strategici in questo territorio (energia, aerospazio, chimica), attualmente colpiti da processi di delocalizzazione e dalla decarbonizzazione.

Questa la finalità della riunione della Conferenza Provinciale Permanente, convocata oggi dal Prefetto di Brindisi e tenutasi in presenza con tutti i Parlamentari del territorio, Consiglieri regionali, Associazioni del mondo produttivo e del Commercio e Sindacati. Presenti anche i Sindaci di Brindisi e dei principali centri della provincia.

L'incontro ha visto la partecipazione attiva di tutti i partecipanti alla riunione, al termine della quale sono state condivise alcune linee di azione per i prossimi mesi, tra le quali:

la ricognizione sul territorio delle progettualità in fase di approvazione che saranno presentate da enti locali e da altre istituzioni pubbliche a valere sui fondi del PNRR, allo scopo di consentire alle aziende del territorio di programmare le attività in anticipo, formare personale e partecipare ai bandi di gara che, via via, saranno emessi, previo anche un costruttivo confronto con le associazioni sindacali, per la ricerca di manodopera. A tal fine, la Prefettura provvederà alla ricognizione mettendo i risultati a disposizione delle associazioni di categoria;

l'istituzione di una cabina di regia relativamente ai progetti del PNRR dedicati ai comuni della fascia costiera, al fine di condividere le strategie di rilancio e riqualificazione con le associazioni del mondo del commercio, della ristorazione e del settore turistico in genere;

la predisposizione di una piattaforma con i principali obiettivi di rilancio della zona industriale di Brindisi e del suo porto, da presentare al Governo, anche al fine di valutare la realizzazione di un nuovo accordo di programma che attragga nuovi investimenti nella fase della transizione ecologica, al fine di garantire i livelli occupazionali esistenti.

Al termine dell'incontro, il Prefetto ha, inoltre, preannunziato l'invio di un secondo report ai competenti organi governativi corredato con le proposte e le relazioni pervenute al tavolo da Confindustria Brindisi, Confocommercio, Confersecenti e dall'Autorità Portuale.