Confesercenti: Al via i SALDI “Autunno - Inverno”
domenica 26 dicembre 2021
Come ogni anno, l’appuntamento è atteso con grande interesse da parte dei consumatori che, da  mercoledì 5 gennaio 2022, avranno l’opportunità di rinnovare il loro guardaroba o di acquistare il  capo dei desideri a prezzi ridotti.  
 
Un’occasione  unica,   anche  in  considerazione  dell’andamento  commerciale della  stagione, fortemente influenzata dal perdurare dello stato di emergenza nazionale COVID-19, che ha frenato i  consumi  e  che  garantirà  ai  consumatori  la  possibilità  di  acquistare a prezzi  “scontati” i capi di abbigliamento della collezione Autunno-Inverno 2021. 
 
Daun’indagine dell’Osservatorio Commercio Confesercenti risulta che, già dai primissimi giorni, la percentuale di sconto praticata nei negozi dovrebbe attestarsi intorno al -30%/-40% sul prezzo di  cartellino. 

Si prevede inoltre che, quest’anno, l’interesse dei clienti si concentrerà su marchi e negozi di fascia media e medio-alta, alla ricerca di prodotti di qualità e “griffati”. 
 
La  Confesercenti  provinciale  di  Brindisi  invita  tutti  ad  “Acquistare  Vicino”  ed  evitare  gli  acquisti  “on-line”  che,  in  era  COVID,  rischiano  di  determinare  un  collasso  di  tutta  la  filiera  economica  e  pesanti ricadute sulla qualità della vita di tutti i cittadini. 
 
I  commercianti  delle  Federazione  Moda  Confesercenti  (FISMO)  si  faranno  trovare  pronti ad accogliere clienti, con la professionalità e la gentilezza che da sempre caratterizza il settore. 
 
L’unica  raccomandazione,  sempre  valida  per  evitare  spiacevoli  sorprese,  è  quella  di  affidarsi  ai  negozi di fiducia, con una storia ed una professionalità certificata. 
 
SALDI INVERNALI 2021 
 Regione Puglia  
PERIODO DEI SALDI  
5 gennaio – 28 febbraio  

SINTESI CODICE DEONTOLOGICO CONFESERCENTI 
 
Per   garantire   la   massima   trasparenza   nello   svolgimento   delle   vendite,  la  FISMO  Confesercenti, indirizza ai commercianti un decalogo che invita caldamente a rispettare.  
 
1. La vendita di fine stagione (SALDO) deve essere preceduta da comunicazione al Comune. 
2.  Indicare in modo chiaro e ben leggibile il prezzo di vendita al pubblico.  
I dati da esporre nei cartellini sono: 
a) il prezzo normale (quello originario); 
b) la percentuale (x %) di sconto sul prezzo normale di vendita; 
c) il prezzo finale di vendita (quello scontato). 

3. I  prodotti  esposti  per  la  vendita  nelle  vetrine  esterne  o  all'ingresso  del  locale  devono  indicare  in  modo  chiaro  e  ben  leggibile  il  prezzo  di  vendita al  pubblico;  quando  siano esposti  insieme  prodotti  identici  dello  stesso  valore  è  sufficiente  l'uso  di  un  unico cartello. 

4. Non esibire sconti generici, specie se riferiti soltanto ad alcuni articoli. 

5. Accettare pagamento con assegni, carta di credito e bancomat. 

6. In caso di vizi o difetti dei beni venduti in saldo, i commercianti garantiscono il rispetto  delle norme vigenti in materia di garanzia e resi.  

7.  La sostituzione del capo è rimessa alla disponibilità del titolare dell’esercizio. 

8.  Durante i saldi il commerciante può consentire la prova dei capi in vendita. 

9.  Rendere visibile l’interno del negozio. 

10. Usare la massima cortesia e disponibilità nei confronti dei clienti.