eToro: dalle partnership ai servizi, tutte le novità in arrivo dal broker
mercoledì 10 novembre 2021
Il brand eToro oggi è di sicuro fra i più noti nel settore degli investimenti online: difatti persino chi non divide la propria quotidianità con i mercati finanziari, ha ben presente l'attività dell'azienda, anche grazie al fatto che l'esposizione mediatica della società è estremamente elevata. Inoltre i numerosi accordi di partnership con realtà che operano in altri contesti contribuiscono ad aumentarne la visibilità: ad esempio nella massima serie del campionato di calcio italiano sono ben otto i club con cui eToro ha sottoscritto un contratto di sponsorizzazione che, oltre al mero fine pubblicitario, si pone l'obiettivo di educare i tifosi agli investimenti, veicolandoli verso un approccio consapevole ai mercati finanziari.

Nuovi Token disponibili su eToro

Naturalmente gran parte del successo del broker online risiede soprattutto nella qualità dei servizi erogati, che vanno dalla semplice assistenza al cliente fino al vasto catalogo di asset class negoziabili: per avere un'idea dell'attenzione riservata agli utenti, basti pensare infatti che nel settore delle criptovalute, molto in voga attualmente tra i risparmiatori, vengono aggiunti periodicamente nuovi sottostanti, per soddisfare prontamente la continua richiesta degli investitori -solo ad Ottobre sono stati inseriti in gamma Filecoin e Polkadot-. A chiudere tale standard operativo, infine, è il profilo commissionale richiesto dall'intermediario.

A questo proposito, l’approfondimento "
etorocosti" presente sul portale Investingoal.it, rende subito l'idea di quanto la società sia competitiva anche sotto questo aspetto.

La procedura di registrazione di eToro è estremamente veloce e consente di utilizzare la piattaforma di trading anche senza fondi reali, in modalità demo. L'apertura di un conto non prevede spese di alcun tipo, se non una fee di inattività dopo un certo periodo di tempo senza effettuare alcuna compravendita, e richiede un primo deposito di 200 Dollari, che può essere effettuato con diverse modalità di pagamento: bonifico bancario, carta di credito e portafogli digitali -Paypal, Neteller, Skrill-. Inoltre, per tutti versamenti successivi è previsto un taglio minimo di 50 dollari a transazione. È opportuno sottolineare che, se questo tipo di operazione è totalmente gratuita, il prelievo, di contro, è gravato da una commissione di 25 dollari , oltre ad una fee di conversione se la somma in uscita è in una valuta diversa dal dollaro.

Modalità operative di eToro

Come avviene nella categoria dei broker market maker, di cui eToro fa parte, la negoziazione di un asset finanziario non contempla il caricamento di alcuna spesa, poiché in sua vece è applicato uno spread tra il miglior prezzo in vendita ed il miglior prezzo in acquisto dello stesso, tuttavia bisogna approfondire eventuali costi riferibili alle diverse modalità di accesso al mercato previsti dall'intermediario. Infatti la società offre ai propri clienti sia la funzionalità DMA sia la compravendita di sottostanti, mediante replica sindetica dei Contratti per Differenza: nel primo caso, dopo un acquisto effettuato senza leva, non sono richieste commissioni per il mantenimento overnight della posizione, mentre nel secondo, l'operatività con margine bloccato tipica di questi particolari derivati, prevede una spesa per il roll over del trade da una sessione di contrattazione alla successiva.

Ogni altro tipo di strumentazione che eToro mette a disposizione dei propri clienti non prevede caricamenti, e questo è effettivamente il punto di forza del broker. Gli iscritti, infatti, possono utilizzare funzionalità come il social trading, per replicare le idee di investimento condivise da altri utenti presenti sulla piattaforma -anche in automatico attraverso il meccanismo copy-, nello stesso cruscotto rilasciato per la negoziazione dei vari asset finanziari. Inoltre, per gli amanti del risparmio gestito, l'intermediario ha realizzato un prodotto che replica sotto un unico benchmark le strategie implementate da professionisti della finanza su uno specifico tema: sono i cosiddetti copyportfolios, che a fronte di capitali di sottoscrizione decisamente contenuti, garantiscono un'elevata diversificazione nell'allocazione delle risorse del risparmiatore.

Questo contenuto ha il solo carattere informativo e non rappresenta in alcun modo un invito all’investimento. Prima di utilizzare il broker è fondamentale informarsi sui rischi connessi agli investimenti finanziari che possono comportare anche una  perdita del proprio capitale”.