«NO TIME TO DIE», A PALAZZO ROMA L’ULTIMO 007 DI DANIEL CRAIG
sabato 30 ottobre 2021
Il grande cinema è di casa nel Palazzo Roma a Ostuni. La magia del grande schermo rivive in due giornate col brivido dell’avventura e dell’azione, grazie all’esplosiva sceneggiatura di «No time to die», 25° capitolo della saga di James Bond diretto da Cary Joji Fukunaga (regista della acclamata serie «True Detective») con protagonista, per la quinta e ultima volta, Daniel Craig. 

Spettacoli: domenica 31 ottobre e lunedì 1 novembre, ore 17.30 e 20.30.

Biglietto euro 7 (euro 6 per bambini fino a 9 anni e over 65).

I ticket sono disponibili presso la reception di Palazzo Roma durante gli orari di apertura e online su www.apuliaticket.it/palazzoroma.

Info T. 0831 1771087 - info@palazzoromaostuni.com.

L’ingresso è consentito solo con green pass.

James Bond interrompe una felice vacanza e si trova alle prese con qualcosa e qualcuno più forte della lontana ed antica «Spectre»: un diabolico personaggio che si impossessa di un’arma di distruzione di massa molto pericolosa. Questa in poche parole la trama dell’ultimo 007. Un film che ha risvegliato la “decima musa” dopo la drammatica pausa della pandemia e, di riflesso, sollecitato la visione streaming dei vecchi gloriosi 007. Il successo è giustificato: il leggendario agente segreto con licenza di uccidere al servizio di Sua Maestà la Regina regala quanto promette e anche qualcosa di più con oltre due ore di visione spettacolare. Auto lanciate a tutta velocità per le strade strette e antiche di Matera, tra processioni religiose e sole abbagliante. Pallottole sparate a ripetizione. E ancora, azione e combattimenti all’ultimo respiro. Cattivi dal volto sfigurato.

Nel cast, l’immancabile protagonista interpretato da Daniel Craig, seguito da molti ritorni della saga oltre a volti nuovi di grande spessore: Rami Malek, Léa Seydoux, Christoph Waltz, Ralph Fiennes, Ben Whishaw, Naomie Harris, Jeffrey Wright e Ana de Armas. Il film segna l’uscita di scena di Craig nei panni di James Bond e come tutti i grandi addii, anche questo è fatto con stile. La storia richiama i precedenti capitoli con rimandi e personaggi, specialmente su «Casino Royale» e «Spectre», facendo ritornare la spia al centro dell’azione dopo il suo ritiro a seguito del quarto film della saga con Craig.

«No time to die» ripropone tutti gli elementi classici del genere a partire dalle prime sequenze della formidabile Aston Martin in azione nei vicoli di Matera, armata di tutti i più geniali dispositivi e capace di portare 007 fuori da ogni azione pericolosa. Non manca neanche il risvolto “sentimentale” grazie al fascino enigmatico di Madeleine Swann (Léa Seydoux), come anche il riferimento alla contemporaneità con i grandi pericoli che incombono sull’intera umanità in forma di virus in grado di uccidere milioni di persone. Il tutto accompagnato dall’azione pura, dagli inseguimenti mozzafiato, dalle sparatorie infinite e improbabili e dalle lotte corpo a corpo disegnate su misura per James Bond. Un mix studiato di spy-story, thriller, avventura e pura action. Con incluso finale a sorpresa.