EMILIANO E DELLI NOCI A BRINDISI ALL’INAUGURAZIONE DEL SALONE NAUTICO
mercoledì 13 ottobre 2021
Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha inaugurato questa mattina a Brindisi il salone nautico di Puglia, dedicato in questa edizione ai grandi temi della Blue Growth e della strategia europea della macroregione ionica adriatica. Presente anche l’assessore allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci.

Grazie all’accordo con Bocca di Puglia Spa ed il gruppo Marinedì, l’evento avrà luogo sino al 17 ottobre presso le strutture del Porto Turistico Marina di Brindisi, con esposizioni sia a terra che a mare, in una location di grande effetto ed importanza per lo sviluppo del nostro territorio.

Obiettivo, in linea con i programmi di tutti gli Enti locali del territorio e della Regione Puglia, è la realizzazione di una importante campionaria dell’Economia del Mare, ponendo Brindisi e la Puglia al centro di un settore strategico a cui guarda con sempre
crescente attenzione la Regione, l’Italia e l’intera comunità europea.

La Regione Puglia, ha ufficialmente riconosciuto la Blu-Economy come settore strategico per lo sviluppo del territorio, nel corso della Business Convention Internazionale “Il Mare di Puglia” nel marzo 2018.

“Questa location fieristica a Brindisi è straordinaria - ha detto il Presidente Emiliano - Se poi, come ho sentito dire, fosse possibile utilizzare per gli incontri e i convegni anche altre strutture storiche qui vicino, come il Castello Alfonsino, tutto questo potrebbe essere per Brindisi un importante momento non solo industriale e commerciale, ma anche turistico. Perché una fiera così fatta in uno dei posti più belli del mondo che è la provincia di Brindisi e la Puglia più in generale, nella stagione giusta, potrebbe determinare anche una grande attrazione turistica. Noi su questo progetto ci stiamo, aspettiamo dal territorio che dicano a me e al Sindaco se sono pronti ad accettare una sfida del genere, soprattutto le imprese nautiche locali e, siccome oggi era presente anche il presidente di Confindustria nautica nazionale, anche quelle di altre regioni italiane che hanno desiderio di partecipare alla fiera. Sarebbe ancora meglio se avessero desiderio di insediare i loro cantieri nella nostra regione”.

“Il Salone Nautico di Puglia è - dichiara l’assessore Delli Noci - un’iniziativa che valorizza ed evidenzia la dinamicità delle imprese pugliesi già riconosciuta a livello nazionale e che, siamo certi, possa avere una risonanza a livello internazionale come dimostra la presenza pugliese nelle fiere di Cannes e Amsterdam. 

Puntare sulla Blue economy, significa ripartire dal mare, da una “crescita blu”, significa puntare su uno dei nostri più preziosi beni, il mare e i nostri 800 chilometri di costa, per creare opportunità per l’economia nei settori della nautica, della logistica, dell’innovazione e della ricerca. 

Il mare è il protagonista della politica industriale regionale dell’immediato futuro e l’interesse di importanti aziende come il Gruppo Ferretti, che hanno deciso di investire in Puglia, ci dice che siamo sulla strada giusta”.

Accanto ai settori della cantieristica e dell’accessoristica nautica, il Salone esalterà gli sport del mare, la subacquea, il turismo nautico, la sicurezza in mare, il turismo balneare, la pesca industriale e sportiva. I temi legati all’ambiente, in particolare i parchi marini, la salvaguardia del patrimonio costiero e l’ecosostenibilità dello sviluppo, all’informazione e ai mezzi mediatici impegnati nell’economia marittima con le nuove applicazioni e sistemi informatici. I percorsi formativi per nuove professioni nell’economia del mare, dell’enogastronomia come valore aggiunto nella politica turistico-ricettiva del territorio con particolare riguardo al consumo del pesce, quelli della Sicurezza in Mare con la collaborazione del Comando Generale delle Capitanerie di Porto e delle tante forze dell’ordine impegnate a garantire la sicurezza della navigazione, della pesca professionale e sportiva. 

Tema “clou” del Salone è il sostegno alle attività di promozione ed internazionalizzazione del Distretto Regionale della Nautica da Diporto, fortemente voluto dalla Regione, per favorire nuove opportunità produttive e commerciali e una crescita degli standard di qualità e competitività di un comparto definito strategico per l’economia futura del territorio.