QUARTA (F.I.): BBC NON DICE LA VERITA' SUL TRASPORTO SCOLASTICO. SERVIZIO RIPRESO GRAZIE ALLE NOSTRE DENUNCE.
martedì 28 settembre 2021
Ho preferito attendere per replicare alle illazioni di BBC, perché preferisco parlare con la certezza dei documenti alla mano e non con gli spot elettorali confezionati "male", alla maniera del movimento di Rossi e soci.

Sono stato accusato di essere stato una "cassandra" e che le mie paure sul possibile mancato rinnovo del servizio di trasporto scolastico fossero infondate, in quanto invece già da loro preventivato in bilancio.

Ebbene, la giunta comunale, come già denunciato nei miei precedenti comunicati, solo in data 17 Settembre ha effettuato la variazione di bilancio (necessaria per reperire i fondi) e solo il 20 ha deliberato l'affidamento (lo stesso giorno di inizio!)

Probabilmente senza le dovute pressioni politiche, ci saremmo trovati nelle stesse condizioni del 2020, quando Rossi e compagni avevano completamente cancellato il trasporto scolastico per le zone rurali, salvo  poi reinserirlo, solo a seguito di un nostro blitz in consiglio comunale, in presenza di tutte le famiglie interessate ed in totale agitazione per il futuro scolastico dei propri figli.

Ma davvero l'armata BBC pensa che la loro gestione della città verrà dimenticata dai brindisini? 
La perseveranza di BBC nel raccontare il falso, come per il caso appena descritto del trasporto scolastico,  è tipico della narrazione di questo movimento, che non riconosce il lavoro di controllo delle opposizioni, senza il quale contributo invece, molte delle crisi cittadine non si sarebbero risolte.

I fallimenti di questa amministrazione sono sotto gli occhi di tutti:   l'assistenza domiciliare integrata in agonia; la vendita delle farmacie comunali, unica azienda partecipata veramente in attivo degli ultimi anni, ceduta per conservare la poltrona di sindaco; asili nido allo sbando, con i contratti degli insegnati non ancora firmati; per non parlare infine del settore tributi, lasciato praticamente allo sbando e triplicando la tassa per i passi carrai e occupazione suolo pubblico.

L'elenco è infinito.
Non si illudano Rossi e compagni che un concerto salvi l'immagine di questa città e soprattutto la sua reputazione. 

Tra l'atro chi organizzava i concerti a Brindisi c'era ed era un richiamo per tutta la Regione da anni: parliamo di Torre Regina Giovanna.  Anche in questo caso, con precisione chirurgica, si è fatto in modo che venisse chiusa.

Il tempo scorre cari BBC. Noi intanto abbiamo iniziato il countdown per la fine di questa agonizzante consiliatura.

Gianluca Quarta
Consigliere Comunale di Forza Italia Brindisi.