Turismo, Casanova (Lega): “Settore può finalmente ripartire, ringrazio Garavaglia per confronto diretto con operatori di Puglia”
mercoledì 9 giugno 2021
“Dal 1^ luglio si potrà tornare a viaggiare con più facilità. In effetti, salvo peggioramenti della situazione sanitaria, i titolari di covid pass potranno viaggiare senza essere sottoposti a ulteriori misure restrittive. 

È questa la novità di fondo più apprezzabile che porta con sé l’approvazione in Parlamento europeo del Certificato digitale, ex green pass. La Lega – Gruppo ID ha profuso sul tema un impegno importante, teso a rendere più equilibrato il provvedimento per meglio bilanciare la necessaria tutela della privacy e la libertà di movimento, sperando di contribuire in maniera fondamentale alla ripartenza turistica dell’Italia e degli Stati membri. 

La raggiunta armonizzazione della materia, infatti, unitamente al grande lavoro profuso dalla Lega in Italia sul fronte delle riaperture, ci consente di guardare oggi con un ritrovato ottimismo al rilancio di uno dei settori più martoriati dalla pandemia”. Così l’europarlamentare Lega – ID Massimo Casanova, membro della Commissione Turismo, all’esito dell’approvazione del Certificato Digitale europeo da parte del Parlamento europeo. 
“Siamo in Europa e al Governo per difendere il nostro inestimabile patrimonio economico e culturale. Ringrazio, pertanto, il nostro Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, che da ‘uomo del Nord’ ha deciso di spendersi in prima persona nell’ascolto delle problematiche del comparto in particolare al Sud, come le sue recenti visite, l’ultima in Puglia, mia terra adottiva, dimostrano.

A riprova dell’attenzione che la Lega riserva al Mezzogiorno d’Italia. Da Strasburgo, dove sono impegnato in queste ore, ho molto apprezzato e caldamente sostenuto questo momento di confronto diretto con gli operatori del settore, che è poi  ‘l’approccio sul campo’ ai problemi che ci contraddistingue. La libertà e la ripartenza delle imprese costituiscono l’obiettivo prioritario del nostro impegno politico sui tavoli di competenza, tanto più in questo difficile frangente”.