FdI: no a "governi cittadini" di fine mandato
martedì 25 maggio 2021
Ci siamo talmente abituati a leggere sulla stampa i ricorrenti “de profundis” all’amministrazione Rossi, che ormai scrivere di loro ci diverte sempre meno, consci di sparare sulla croce rossa. Agli attacchi  del centrodestra e a quelli dell’opposizione in consiglio comunale, si aggiungono e con tenore ancor più drastico quelli provenienti da alcuni  ex appartenenti alla maggioranza, che pure Rossi aveva votato e  sostenuto.

Anch’essi sono consapevoli che la città è allo sbando, e che  a prescindere dalle  trionfalistiche dichiarazioni di aver cambiato il mondo da parte dello staff (retribuito) del sindaco, e di pochi altri “aficionados”, l’intera città è ormai stanca di una situazione di stagnazione totale, mai vista prima. Quello che riteniamo sia il vero termometro della situazione è invece il continuo postare sui social, da parte di normali cittadini/elettori, di immagini di degrado,  trascuratezza,  abbandono,  sciatteria, che nessuno pare più poter sopportare oltre.

“Se questo Sindaco, questa Giunta, questa ormai risicata maggioranza avessero davvero a cuore le sorti della città, - ha dichiarato il coordinatore cittadino Cesare MEVOLI - si dimetterebbero e lascerebbero ai cittadini la possibilità di scegliere da chi farsi amministrare nei prossimi anni, soprattutto ricordando che la vittoria di Rossi avvenne con una partecipazione di votanti al ballottaggio veramente risicata, con una percentuale ridicola,  e solo a causa di un centrodestra diviso e incapace in quel momento di fare sintesi…..altrimenti oggi staremmo a parlare d’altro”.

Del resto, se Rossi & Co. sono davvero convinti di aver lavorato al meglio delle loro possibilità, e di aver raggiunto straordinari risultati (sic), quale occasione migliore per valutare il livello di gradimento del loro operato, che sottoporsi al giudizio degli elettori ? In ragione di quanto espresso sinora, non possiamo che respingere , da qualunque parte politica provengano, inviti a partecipare a grandi maggioranze, fosse pure per il solo tempo necessario a bandire nuove elezioni.

Fratelli d’Italia, in piena continuità con quanto proclamato in campagna elettorale,  e perseguendo una linea di coerenza che parte dal rifiuto a partecipare al Governo nazionale e  prosegue sino al più piccolo degli enti locali, è e resta OPPOSIZIONE. 

Non ci interessano accordi con chi stà massacrando Brindisi, ne sottobanco ne alla luce del sole, respingiamo con forza alleanze momentanee , grandi maggioranze allargate, e camarille varie: chiediamo solo che si dia la possibilità ai cittadini di esprimersi, e attendiamo di poter riprendere un percorso Politico amministrativo che con Mimmo MENNITTI ed il centrodestra aveva riportato Brindisi nel novero delle città che facevano parlare – bene - di se stesse. Ci auguriamo che questo possa avvenire quanto prima.

Il  Coordinamento Cittadino di Brindisi