Precisazioni sull’Affidamento in Concessione del Servizio Asili Nido
mercoledì 12 maggio 2021
Di seguito una nota dell’assessore ai Servizi sociali Isabella Lettori in risposta alla nota stampa di Adoc.

Vorrei rassicurare i nostri concittadini che la delibera di giunta con cui è stato espresso l’atto di indirizzo all’affidamento in concessione del servizio di gestione di quattro asili nido comunali, è scaturita da una serie di considerazioni e valutazioni positive sull’argomento; tra queste una maggiore flessibilità organizzativa e gestionale di un soggetto esterno rispetto ad un ente pubblico che consente, quindi, l’adeguamento tempestivo tra offerta e domanda; l’avvio di un processo di razionalizzazione delle spese e conseguente contenimento dei costi per l’utenza;  la possibilità di estendere l’offerta di servizi per soddisfare ulteriori e nuovi bisogni delle famiglie come ad esempio l’orario di apertura o l’estensione del servizio anche nei mesi estivi.

Così come emerge dal documento di indirizzo per una strategia per il contrasto alla povertà educativa, pubblicato l’11 marzo 2020 dal Gruppo di lavoro interassessorile Istruzione, Welfare e Cultura con il coordinamento della Presidenza della Giunta della Regione Puglia, nella povertà educativa è compresa anche l’offerta di servizi educativi prima dell’accesso alla scuola primaria e cioè per il ciclo 0-6 anni.

L’UE ha fissato un obiettivo nazionale, ovvero almeno 33 posti ogni 100 bambini con meno di 3 anni, per un’offerta adeguata di posti in asili nido e che il servizio sia disponibile a costi accessibili per le famiglie, per cui la necessità di misure di sostegno per il pagamento del servizio in base alla disponibilità di mezzi.

Nel periodo 2013-2020 la Regione Puglia ha dapprima sperimentato e poi messo a regime lo strumento dei “Buoni – Servizio di Conciliazione” per sostenere le famiglie nel pagamento delle tariffe per la fruizione dei servizi per la prima infanzia e per i minori.

Nel quadro della programmazione europea e nazionale il programma di governo della Regione Puglia per il 2020-2025 ha posto l’accesso alla conoscenza quale uno dei suoi pilastri fondamentali per contrastare la povertà educativa, per contrastare la marginalità sociale e per ridurre le diseguaglianze. Il PNRR – Piano Nazionale per la Ripartenza e la Resilienza individua 6 Missioni e tra gli obiettivi generali la nostra Regione  ha dato la centralità anche all’obiettivo di aumentare l’offerta di asili nido e servizi per l’infanzia, sia in termini di dotazione infrastrutturale che in termini di sostegno alle famiglie per l’accessibilità economica tramite i Buoni Servizio per la sostenibilità economica delle tariffe a domanda individuale.

Quindi vorrei concludere rassicurando i nostri concittadini che la nostra amministrazione comunale è molto attenta al tema e che si è attivata sia per dotare la nostra città di ulteriori due strutture da adibire ad asili nido, sia perché venga offerto un servizio educativo e sociale per la prima infanzia di qualità gestito nel rispetto della normativa vigente.

 
TAG: Brindisi, Adoc.,