INCONTRO FI PUGLIA-MINISTRO GELMINI SU RECOVERY FUND: “ABBIAMO PORTATO LE ISTANZE DELLA PUGLIA AL GOVERNO”
lunedì 3 maggio 2021
“Per costruire il futuro non si può fare a meno del dialogo con il presente: abbiamo fortemente voluto questo incontro con il Ministro Gelmini perché per noi “fare governo” significa ascoltare i territori, ascoltare i bisogni delle persone ed era opportuno che potessimo condividere le priorità e le prospettive ineludibili per la Puglia da inserire nel Piano di Resilienza”.

Così il sottosegretario alla Giustizia, l’on Francesco Paolo Sisto, durante l’incontro di oggi che si è tenuto in Consiglio regionale con il Ministro agli Affari Regionali, l’on Maria Stella Gelmini, a cui hanno partecipato il commissario regionale di Fi, l’on Mauro D’Attis, la sen Carmela Minuto e i consiglieri regionali di Fi Stefano Lacatena, Giandiego Gatta, Paride Mazzotta e Vito De Palma (non ancora in carica). “Era altrettanto giusto –ha aggiunto il sottosegretario Sisto- che il Ministro fosse a conoscenza delle patologie, che le sono state rappresentante dal nostro Gruppo regionale, di cui soffre la Puglia nel dopo-Lopalco , assessore sfiduciato dallo stesso Emiliano”.

“L’Italia ha un’opportunità che supera i 200 miliardi di euro –ha dichiarato, invece, il commissario regionale di Fi, l’on Mauro D’Attis- e noi come delegazione pugliese di Forza Italia oggi abbiamo consegnato al Ministro Gelmini, facendo tesoro della comune appartenenza al partito, le questioni che riteniamo prioritarie per la nostra Regione. A partire dalle grandi infrastrutture come i collegamenti ferroviari: non solo l’alta velocità fino a Bari, ma potenziare le linee sulla fascia costiera da Foggia a Lecce. E ancora: gli interventi di protezione della costa, che per noi rappresenta una risorsa essenziale soprattutto per il turismo. Ma anche –ha concluso D’Attis- la transizione ecologica, che è la vera missione del futuro”.

“Al Ministro Gelmini –ha affermato il capogruppo in Consiglio di Fi, Stefano Lacatena- abbiamo richiesto un impegno forte sul fronte della semplificazione burocratica nella spesa delle risorse a disposizione con il Recovery Fund. Si tratta di fondi di entità mastodontiche, così elevata da renderne difficile la spesa. Questo perché il sistema italiano è terribilmente ingessato dal punto di vista burocratico e se vogliamo non perdere questa occasione straordinaria, vedendo effettivamente realizzare gli interventi previsti, c’è bisogno di un’accelerazione forte di tutte le procedure. Nel merito di tale richiesta –ha concluso Lacatena- ringrazio per l’impegno la delegazione parlamentare di Fi perché in parlamento, a breve, sarà affrontata la proposta di legge a firma del nostro Ministro Brunetta proprio per dare uno sprint all’esecuzione delle opere previste e finanziate dal Recovery”.