Johnnie Walker: per il whisky più amato boom di ricerche anche online
sabato 17 aprile 2021
Nato nella prima metà del 1800, con 20 milioni di casse attualmente in vendita ogni anno in tutto il mondo, il Johnnie Walker è di sicuro lo scotch whisky più diffuso a livello internazionale.

Naturalmente, come ogni scotch che si rispetti, viene prodotto rigorosamente in Scozia, per la precisione nelle zone adiacenti a Kilmarnock, dove si trovava la distilleria originaria fino a qualche tempo fa.

La diffusione sempre più ampia di questo liquore è legata anche al fatto che al giorno d’oggi è possibile trovare le migliori proposte della distilleria anche online, affidandosi a portali specializzati nella vendita di prodotti enogastronomici come Saporideisassi.it.

L’e-commerce mette infatti a disposizione una ricca selezione di prodotti del food & beverage provenienti da ogni parte d'Italia e del mondo: nello specifico, è possibile trovare il whisky Johnnie Walker on line qui e scegliere tra numerose bottiglie classiche ed edizioni da collezione.

Come nasce il Johnnie Walker

Il Johnnie Walker nasce da una sapiente miscela dei migliori single malt, che dà vita a sapori unici e sempre alla ricerca dell'esclusività: non a caso, il marchio di questa casa produttrice riporta la figura di un uomo elegantemente abbigliato, con tanto di cilindro, che incede con passo sicuro verso il futuro.

Il Johnnie Walker è questo e molto altro e vanta, nei suoi blend, nomi quali Talisker, Lagavulin, Caol Ila e Linkwood.

Dal Double Black Label al Blue Label, questo distillato offre un bouquet di sapori e aromi unici nel loro genere, così come lo sono la scelta sempre innovativa del packaging e quella, ormai nota agli intenditori, della tipica bottiglia squadrata.

Tipologie celebri di Johnnie Walker

Il Green Label e il Double Black Label hanno pochi anni d'invecchiamento di differenza e sono entrambi prodotti eccellenti, seppur con qualche distinzione.

Il primo è un blend che contiene Linkwood, Talisker, Cragganmore e Caol Ila: nei 15 anni di stanziamento nelle botti assorbe i sentori del legno e del miele, ma anche di altri aromi quali la vaniglia e il pepe nero. Il più giovane Double Black Label, invece, presenta le sfumature di whisky più antichi grazie alle botti in cui rimane e ne sono gradevole testimonianza gli aromi affumicati e riferiti al malto.

Il 18 years old ha invece stazionato in botti scelte con somma attenzione dall'esperto Jim Beveridge ed è proprio grazie a questo modo sapiente di invecchiamento che tale distillato ha, racchiusi in ogni sorso, sentori dolci di frutti maturi in contrasto con quelli più forti della cannella e della legna affumicata.

Va citato anche l'ottimo Gold Label Reserve, che in 40 gradi di gradazione alcoolica conserva sentori dolci, affumicati ma anche decisi e cremosi. Si notano distintamente la frutta candita, le prugne, il miele e persino l'erica.

Il Blue Label Limited Edition è un altro sapiente mix che conserva aromi di nocciole tostate e di agrumi, di cioccolata e di spezie, in un insieme così completo che gli è valso ben 7 medaglie d'oro in tempi recenti, essendo considerato tra i 10 migliori whisky in tutto il mondo.

Due prodotti davvero di pregio sono, infine il Blue Label Year of the Pig e il Ghost Port Ellen, altre limited edition che possono diventare davvero idee regalo uniche nel loro genere. Il primo, come suggerisce il nome, celebra l'anno cinese del Maiale, ovvero il 2018: miscelando whisky ottimi con diversi gradi d'invecchiamento, l'equilibrio porta sentori dinamici che vanno dal dolce del miele, al fresco della lavanda, fino a sfumare nelle spezie e nel tabacco, in un'altalena gustativa che non ha precedenti.

Il secondo, invece, è un mix di distillati che provengono anche da aziende che hanno interrotto la loro normale attività, da cui il nome "ghost", ossia "fantasma": frutti rossi, sentori marini, agrumi e vaniglia sono solo alcune delle sfumature che è possibile cogliere in ogni sorso di questo prodotto straordinario.