Lido Morelli: al via “Le domeniche nel parco”
giovedì 24 gennaio 2008

Ostuni, giovedì 24 gennaio 2008.  Si aprono le attività di fruizione al “Parco delle dune costiere” di Lido Morelli, con passeggiate nell’area naturale protetta. Da domenica prossima, 27 gennaio e fino a primavera, si darà inizio a “Le Domeniche nel Parco”.  Il Comune di Ostuni-Assessorato all’Ecologia e Ambiente e la cooperativa “Thalassia”, in questo modo, danno il via all’erogazione dei servizi per la prima gestione del Parco delle Dune Costiere Torre Canne - Torre San Leonardo. La prima azione ritenuta indispensabile, è la conoscenza da parte della cittadinanza delle ricchezze naturalistico-culturali presenti nell’area protetta.


Ogni domenica mattina, l’Ente locale, mette a disposizione di tutti coloro che fossero interessati a conoscere il Parco, guide specializzate che accompagneranno gratuitamente piccoli gruppi e famiglie, all’interno dell’area protetta.


Questa volontà di coinvolgimento della popolazione è una esplicita volontà da parte del sindaco Tanzarella e dell’assessorato all’Ambiente, dr. Cosimo Moro, al fine di rendere coscienti e responsabili i cittadini ostunesi delle risorse del proprio territorio e della ricchezza della quale sono i principali affidatari.


Non essendo ancora stato istituito l’Ente gestore del Parco, il Comune, in collaborazione con la cooperativa Thalassia, ha voluto avviare per il 2008 “i primi servizi necessari a garantire la fruizione dell’area protetta regionale”, attivando iniziative di promozione e fruizione turistica, di manutenzione e monitoraggio dell’area e di elaborazione di programmi didattici per le scuole.


Il Paco naturale si estende per 1.070 ettari, di cui circa il 70% ricade nel territorio comunale della “Citta Bianca”; presenta circa 8 km di costa tra Ostuni e Fasano ed è caratterizzato da alcune zone umide costiere che rivestono un importante valore per specie dell’avifauna rare e minacciate; specie che si riproducono o sostano in questo lembo di terra durante le lunghe migrazioni da nord a sud e viceversa.


Il Parco ha ambienti differenti: un lungo cordone di dune fossili difendono dal vento salmastro ricche vegetazioni retrostanti di macchia mediterranea, nella parte più interna mentre, seguendo il corso di alcune lame, ci si inoltra nella piana degli ulivi secolari con numerose masserie storiche che custodiscono preziosi frantoi ipogei.


Per visitare il Parco è necessario prenotarsi telefonicamente presso la cooperativa “Thalassia” (tel.: 0831 - 989885; fax: 0831 - 989976) o recandosi al capanno in legno sito in prossimità di Fiume Morello, dove il Comune di Ostuni ha realizzato negli scorsi mesi, interventi di sentieristica utili a garantire le minime condizioni di fruizione dell’area.