Audizioni in Commissione VI. Bozzetti (M5S): “Gli universitari che hanno deciso di restare in Puglia non possono essere penalizzati dalla Regione”
martedì 23 giugno 2020
“Gli universitari che hanno scelto di restare in Puglia non possono essere penalizzati dalla Regione”.  Lo dichiara il consigliere del M5S e vicepresidente della VI Commissione Gianluca Bozzetti, al termine delle audizioni degli studenti universitari pugliesi sulle residenze Adisu, ancora inaccessibili dopo il lockdown e sull’esenzione per un anno del pagamento delle tasse universitarie annunciata da Emiliano per il prossimo anno accademico per gli studenti pugliesi iscritti in atenei fuori regione che decideranno di proseguire in Puglia il loro percorso di studi. 

“Condividiamo le perplessità espresse oggi in audizione in merito all’esenzione del pagamento delle tasse universitarie per chi decide di tornare in Puglia. Le misure per il diritto allo studio - continua Bozzetti - devono essere il più possibile inclusive, non essere limitate ai primi che decideranno di approfittare dell’ ‘offerta’, dal momento che parliamo di una misura a sportello per cui sono stati stanziati 500mila euro. Senza tener conto che un percorso di studi universitario viene scelto in base a una precisa scelta di vita, così come la scelta di andare fuori regione. Per questo abbiamo chiesto all’assessore Leo di prendere l’impegno, se non verranno spesi tutti i 500mila euro previsti, di destinare le risorse rimanenti per implementare i fondi destinati a misure per garantire il diritto allo studio. In questo modo si darebbe davvero un aiuto concreto a studenti e famiglie che fanno i salti mortali per poter completare il loro percorso di studi. Nel nostro programma stiamo pensando a misure specifiche per questo, che nascono dal confronto con chi vive il mondo dell'università e ne conosce i reali bisogni. Le misure spot per andare sui giornali in campagna elettorale fanno più danni che altro”.   

Comunicazione M5S Puglia